Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ferrovia, Governo regionale verso la firma sul contratto di servizio
Via libera all’accordo di programma Stato-Regioni, primo passo per l’intesa attesa da anni. La trattativa con Trenitalia si chiude a 111 mln, altri 48 per l’acquisto di vagoni

Tags: Pier Carmelo Russo, Trenitalia, Trasporti



PALERMO - Il governo Lombardo ha dato il via libera alla firma dell’accordo di programma Stato-Regioni, primo passo per la definizione del contratto di servizio con Trenitalia da 111 milioni di euro. La giunta, inoltre, ha deciso di stanziare 48 milioni di euro (12 a valere sul bilancio, gli altri su leggi dello Stato) per l’acquisto di vagoni ferroviari con l’obiettivo di migliorare il servizio per l’utenza.

Sul contratto di servizio il negoziato va avanti da mesi, adesso la Regione, dopo avere valutato attraverso gli uffici le ricadute sul territorio dei tagli nei trasferimenti, ha accoltto l’ipotesi di chiudere la trattativa a quota 111 milioni, 13 in meno rispetto alle previsioni. “Non è un accordo al ribasso - precisa l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Pier Carmelo Russo in conferenza stampa - tratteremo con Trenitalia sulla qualità dei servizi e non solo sulla quantita”. Il capo di gabinetto dell’assessorato, Gandolfo Gallina, sottolinea che “il nostro obiettivo è di garantire un servizio sociale di qualità, riducendo al minimo il ricorso ai mezzi gommmati in sostituzione del ferrato”.

Nella trattativa sul contratto di servizio la Regione intende mettere alcuni punti fermi: puntualità negli orari, numero di corse adeguate, pulizia dei vagoni.
“Verrà istituito - dice Russo - uno specifico tavolo tecnico per l’esame congiunto con Trenitalia delle diverse criticità del settore. Tema centrale sarà quello della qualità dei servizi, individuando livelli minimi con riferimento alla regolarità, puntualità, comfort, informazioni alla clientela, pulizia dei mezzi ma anche aspetti comportamentali e comunicazionali del personale di contatto, definendo appositi indicatori per rendere oggettivamente misurabile ogni singola performance aziendale, raccogliendo le valutazioni degli utenti e prevedendo meccanismi sanzionatori”.

Russo sottolinea che l’investimento di oltre 48 milioni per l’acquisto di vagoni da utilizzare lungo le tratte a più alta intensità di passeggeri “evidenzia il livello di attenzione e la considerazione strategica che rivolgiamo al trasporto ferroviario”.
A parte i 40 minuetto comprati con la compartecipazione finanziaria per 46 milioni di euro, il parco rotabili in dotazione alla Direzione regionale della Sicilia di Trenitalia, precisa l’assessore, “annovera ancora oggi mezzi con una anzianità media di trent’anni e con caratteristiche tecnico-costruttive inidonee, che rappresentano una delle cause ricorrenti dei disservizi lamentati dall’utenza”.

“Per l’attuazione di tale programma - aggiunge Russo - la Regione, come in passato, farà la sua parte destinandovi l’intera dotazione finanziaria, pari a poco piu’ di 36 milioni di euro, prevista dalle leggi 296/2006 e 244/2007, cui vanno aggiunti ulteriori 12 milioni di euro a carico del bilancio regionale ed eventuali ulteriori risorse che dovessero rendersi disponibili in futuro”   “Il contratto di servizio - conclude - ci offrirà anche l’occasione per ridiscutere con Trenitalia il taglio dei cosiddetti rami secchi, che molto spesso sono invece indispensabili per gli utenti che li utilizzano”.

Articolo pubblicato il 17 settembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus