Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Contro la disoccupazione 4 mln € dall’Ue
di Antonio La Ferrara

Ai candidati è richiesta esperienza in attività transnazionali di mobilità del lavoro. Domande entro il 20 ottobre 2011. Si punta a sostenere finanziariamente i gruppi target: giovani aspiranti e datori di lavoro

Tags: Disoccupazione, Unione Europea



PALERMO - Nell’ambito del programma Occupazione, Affari Sociali e Pari Opportunità, è stata prevista un’azione preparatoria Your first eures job per la quale presentare progetti finanziati dalla Commissione europea.
L'azione preparatoria Your first Eures job proposta dalla Commissione europea, si pone come obiettivo di aumentare la libertà di movimento dei lavoratori come richiesto nel trattato di funzionamento dell'Unione europea (TFUE, Art. 45), in particolare attraverso l'azione la Commissione intende migliorare la mobilità dei giovani in Europa ed aiutare gli stessi ed i datori di lavoro a migliorare i tassi di occupazione.

I gruppi di riferimento sono i giovani tra i 18 ed i 30 anni e le imprese (soprattutto le PMI); pertanto l'azione preparatoria supporterà i giovani a trovare un lavoro in uno dei 27 Stati membri e alle aziende di assumere da un altro Stato membro dell'Ue.
Gli obiettivi della seguente iniziativa saranno:
- permettere ai giovani di usufruire di maggiori opportunità di lavoro in tutta Europa, contribuendo a migliorare il funzionamento dei mercati del lavoro dell'Ue e a raggiungere l'obiettivo dell'iniziativa Youth on the Move;
- colmare il divario tra l'offerta (giovani) e la domanda di lavoro (datori di lavoro) a livello europeo rendendo disponibili ai gruppi target le risorse delle organizzazioni partner del progetto (personale, database di posti vacanti, esperienze del mercato del lavoro e attività di consulenza);
- rafforzare il ruolo svolto dalla rete Eures per promuovere e sostenere la mobilità all'interno dell'Ue e la lotta alla disoccupazione;
- testare l'operatività e il valore aggiunto di questa azione.
Le organizzazioni facenti parte saranno responsabili per le attività seguenti:
- fornire informazioni, orientamento e attività di reclutamento;
- gestire i posti di lavoro vacanti e C.V. (curriculum vitae);
- facilitare la corrispondenza professionale e il collocamento della forza lavoro;
- sostenere finanziariamente i gruppi target (giovani e datori di lavoro);
- informazione e comunicazione.

I candidati dovranno avere esperienza in attività transnazionali di mobilità del lavoro. Le organizzazioni partner potranno essere dallo stesso paese e/o provenienti da diversi Stati membri dell'Ue, purché in grado di garantire un'offerta di servizi transnazionale.
L’importo complessivo disponibile ammonta € 4.000.000,00.
Il contributo finanziario non supererà il 95% dei costi eleggibili totali.
La Commissione ipotizza di finanziare un massimo di 4 centri per l'impiego pubblici o privati (come singole organizzazioni o in partnership); i progetti inizieranno dopo la firma degli accordi di concessione e la durata dei progetti non supererà i 18 mesi.
Le domande dovranno essere presentate elettronicamente alla Commissione attraverso il sistema elettronico Swim e per posta in tre copie ( 1 originale e 2 copie ), entro e non oltre la data di scadenza, agli indirizzi indicati nella call.
Le domande dovranno essere presentate preferibilmente in inglese o francese o tedesco per facilitare il procedimento di valutazione; domande presentate in lingua diversa saranno comunque accettate.
Relativamente all'azione preparatoria e alla call in questione, la Commissione ha organizzato mercoledì 14 settembre una sessione informativa.

Per ottenere maggiori informazioni si possono inviare le domande all'indirizzo email empl-vp-2011-006@.it
I progetti devono essere presentati entro il 20 ottobre 2011.

Articolo pubblicato il 30 settembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus