Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Cantieristica navale: moderata fiducia
di Rosario Battiato

Entro fine ottobre il Genio Civile dovrebbe definire la progettazione per rilanciare la produzione anche a Trapani. Inviato alla Gazzetta ufficiale Ue il bando per la ristrutturazione del bacino di carenaggio di Palermo

Tags: Cantiere Navale, Lavoro



PALERMO  - I cantieri navali dell’Isola tirano un sospiro di sollievo. Nei giorni scorsi sono giunte buone notizie per Palermo, visto che è stato ultimato e inviato alla Gazzetta ufficiale dell’Ue  il bando per la ristrutturazione del bacino di carenaggio da 19 mila tonnellate. Buone nuove anche per Trapani, dove entro fine mese è prevista la definizione del progetto del bacino di carenaggio.

“Il bando per la ristrutturazione del bacino di carenaggio da 19.000 tonnellate dei cantieri navali di Palermo è pronto ed è in attesa di essere pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea. Ribadisco che questo Governo crede nel rilancio della cantieristica navale siciliana e, considerato tutto, i tempi che ci siamo dati sono stati rispettati”, dice l’assessore regionale alle Attività produttive, Marco Venturi. Il bando, predisposto dal servizio “Promozione dello sviluppo industriale” del dipartimento regionale Attività produttive, è stato trasmesso alla Guce lunedì 10 ottobre.

L’importo complessivo dei lavori ammonta a 10.213.606,88 euro. Il progetto e gli elaborati potranno essere visionati, dopo la pubblicazione e fino al 25 novembre, nell’ufficio del Genio civile di Palermo che ne ha curato la pubblicazione (stazione appaltante è invece il dipartimento regionale Attività produttive). Il termine per il ricevimento delle offerte è fissato per le ore 13 del 13 dicembre 2011. “I lavori dovranno concludersi entro 540 giorni - continua Venturi - ma questo termine potrà essere ridimensionato da parte delle ditte aggiudicatarie sino a una abbreviazione di 60 giorni. Entro la fine di questo mese, infine, sarà pronto per la pubblicazione anche il bando per la ristrutturazione del bacino di carenaggio da 52 mila tonnellate. Noi stiamo rispettando i tempi che ci eravamo imposti e che avevamo concordato con le sigle sindacali in più occasioni. Auspichiamo anche la collaborazione di tutte le componenti coinvolte, in primis Fincantieri, in questa complessa strategia di rilancio della cantieristica navale siciliana e dello storico stabilimento palermitano in particolare”.

In questi giorni anche altre commissioni per il polo navale palermitanto, dove il sito Fincantieri tra novembre 2011 e febbraio 2012 eseguirà il lavoro di ammodernamento della nave da crociera “Bleu de France” da 37.000 tonnellate per Saga Cruising. Al termine dei lavori - che comporteranno l’aggiunta di cabine e ponte balcone, ma anche interventi sullo scafo in bacino di carenaggio - la nave tornerà in servizio il 26 marzo come “Saga Sapphire”. Il valore dell’intervento è stimato in una nota in “molti milioni di sterline” e dovrebbe essere seguito da altri cinque importanti interventi su navi di crociera nei prossimi mesi. Anche a Trapani qualcosa si muove. L’assessore Marco Venturi ha proposto alla Giunta Lombardo di stanziare altri tre milioni e  mezzo di euro per consentire la copertura finanziaria per i lavori di ristrutturazione del bacino di carenaggio di Trapani, intervento stimato dai progettisti per circa nove milioni e mezzo di euro. Per fine mese il Genio Civile di Palermo dovrebbe definire la progettazione del bacino di  carenaggio di Trapani.

Articolo pubblicato il 13 ottobre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus


´╗┐