Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Partecipate comunali monopoliste
di Anna Claudia Dioguardi

Enti locali. Servizi comunali senza concorrenza.
Operazione trasparenza. La legge finanziaria 2007 sancisce l’obbligo per i Comuni di comunicare numero, ruolo e trattamento economico dei propri rappresentanti nelle partecipate.
Regione al buio. L’assessorato delle Autonomie locali non dispone di un elenco delle società e quindi non ha un quadro completo degli oneri finanziari a carico dei Comuni isolani.

Tags: Enti Locali, Trasparenza, Partecipate



PALERMO – Avevamo già scritto che l’onere totale di partecipazione dei Comuni siciliani in consorzi e società ammonta a 343 milioni di euro, ma solo un terzo di essi, ossia 130 Comuni su 390, hanno comunicato entro il termine previsto dalla legge (il 31 aprile), i dati al ministero della Pubblica amministrazione.
Stesso panorama si presenta spulciando un altro elenco che ci aiuta a capire quanto costano i componenti dei Consigli di amministrazione delle partecipate: la risposta è 2 milioni 643 mila euro, o meglio, più di questa cifra perché, in questo caso, la mancata trasparenza è pratica ancor più diffusa e solo 75 (un quinto) diffondono i dati sui compensi.
In tutto questo, la Regione non controlla e il ministero non sanziona, nonostante la normativa in materia sia chiara. (continua)

Articolo pubblicato il 15 ottobre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐