Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ricchi premi per Comuni viziosi
di Antonio Borzì

Enti locali. Nessuna differenza tra chi produce e chi no.
I parametri. Una corretta gestione del territorio e adeguete politiche ambientali incidono pesantemente sui bilanci comunali e, di conseguenza, sui servizi ai cittadini.
Boschini. Il coordinatore della rete Ancv: “In Sicilia è necessario un intervento diretto e propulsivo da parte della nostra associazione, come abbiamo discusso nelle nostre riunioni”.

Tags: Marco Boschini, Ancv, Comuni Virtuosi, Enti Locali



PALERMO - Una lunga serie di esperienze positive e concrete: sono quelle dell’Associazione nazionale dei Comuni virtuosi. Peccato che, tra questi, i siciliani siano quasi del tutto assenti. Diciamo quasi perché, l’unica mosca bianca è rappresentata da Aci Bonaccorsi, comune di poco più di 3.000 abitanti.
Ma mentre l’immobilismo degli Enti siciliani risulta evidente al di fuori dell’Isola, altrettanto non si può dire per la visione che si ha a Palermo, all’interno degli uffici della Regione siciliana. Ai Comuni “viziosi” della Sicilia, infatti, “mamma Regione” conferisce con regolarità dei premi in denaro per gli obiettivi raggiunti (la questione è approfondita nell’articolo in basso).
Chissà se, ribaltando la situazione, i cittadini, scontenti per i servizi offerti, sarebbero d’accordo a premiare i loro Comuni? (continua)

Articolo pubblicato il 27 ottobre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus