Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

La Fondazione L. U. Tregua Onlus premia gli studenti meritevoli
di Patrizia Penna

Anche quest’anno rinnovato l’impegno sociale a favore della formazione post-universitaria. 4 borse di studio da 2.500 € ciascuna per partecipare a master di 2° livello

Tags: Borsa Di Studio, Università



CATANIA - Anche quest’anno la Fondazione Euromediterranea Luigi Umberto Tregua Onlus - Catania non ha mancato il consueto appuntamento con i giovani siciliani rinnovando puntualmente l’impegno sociale a favore della formazione professionale post-universitaria.

La Fondazione si rivolge ai giovani siciliani già dal 2007, promuovendo e sostenendo economicamente la frequentazione di master universitari. Fino ad oggi, dieci sono state in tutto le borse di studio assegnate a studenti siciliani con meno di trent’anni ed in situazione di svantaggio economico, per un totale di oltre ventimila euro.

Ammontano a quarantacinquemila euro, invece, i fondi che la Fondazione ha stanziato in favore dell’altro grande filone di interesse rappresentato dalla ricerca scientifica: i progetti finanziati in collaborazione con la facoltà di Ingegneria dell’Università di Cataniasono due e riguardano la gestione sostenibile dei rifiuti ed il risparmio energetico. I progetti, nello specifico, sono frutto di una collaborazione rispettivamente con il Dipartimento di Metodologie Fisiche e Chimiche per l’Ingegneria (D.M.F.C.I.), e con il Dipartimento di Ingegneria e Industriale e Meccanica per l’Ingegneria (D.I.I.M.).

Ma torniamo a parlare nuovamente di formazione post-universitaria. Proprio qualche giorno fa, nel corso della seduta del Comitato Scientifico della Fondazione, presieduto dal prof. Benedetto Matarazzo, ordinario di Matematica finanziaria presso la facoltà di Economia dell’Università di Catania, sono state bandite quattro nuove bors di studio per l’anno 2011-2012. Le borse di studio sono costituite da voucher da 2.500 euro ciascuno per la partecipazione a master di secondo livello attivati dall’Università di Catania o, motivatamente, da altra Università. Come si legge nel testo del bando “la borsa di studio potrà essere utilizzata per master che abbiano inizio successivamente alla data di pubblicazione del bando e di presentazione della domanda e comunque entro il 2012”.
 
I destinatari del bando sono “giovani laureati (LS, LM), con non più di 30 anni di età alla data di scadenza del bando, residenti in Sicilia, i quali si trovino in situazione di svantaggio economico attestata da autocertificazione Iseeu ed Ispeu”. La domanda va presentata in carta libera. Ad essa, dovranno essere allegati: copia della tesi di laurea, curriculum vitae secondo lo schema europeo, copia documento di riconoscimento e copia del codice fiscale. Ulteriori dettagli relativi al bando ed ai requisiti richiesti ai partecipanti, sono disponibili sul sito web www.qds.it, nell’apposita sezione dedicata alla Fondazione.
 


Attività. Ricerca scientifica e formazione professionale
 
Gli altri sette componenti del Comitato Scientifico, tutti dell’Università di Catania, sono: la prof.ssa Grazia Priulla, in qualità di vicepresidente (facoltà di Scienze Politiche), il prof. Giuseppe Siracusa, il prof. Ignazio Maria Marino (facoltà di Scienze Politiche), la prof.ssa Elita Schillaci (facoltà di Economia), il prof. Emanuele Rimini (facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali), ed infine il prof. Francesco Bottino e il prof. Rosario Lanzafame (entrambi della facoltà di Ingegneria).
Per conoscere tutte le notizie relative all’attività della Fondazione, è stato di recente attivato sul sito del Quotidiano di Sicilia, “Orizzonti Euromediterranei”, ovvero il blog dove, oltre a conoscere tutte le novità che riguardano l’attività e le iniziative promosse dalla Fondazione, è possibile leggere ed apprezzare le storie di tutti quei giovani il cui merito è stato premiato attraverso l’assegnazione di borse di studio: storie di ragazzi che, grazie alla Fondazione, per l’appunto, sono riusciti a perfezionare le proprie competenze professionali attraverso la frequentazione, sia in Italia che all’estero, di master post-laurea.

Articolo pubblicato il 22 novembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

Benedetto Matarazzo
Benedetto Matarazzo
Bruno di Stefano
Bruno di Stefano