Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Due priorità: innovare e ricercare nuovi talenti
di Monica Basile

Tags: Paolo Gerani



Come valuta cambierà il mercato della moda dopo questa crisi e da dove inizierà la ripresa? 
“I modelli di riferimento sono saltati tutti, forse siamo nella parte finale della crisi ma prima di tornare ai numeri precedenti ci vorranno almeno 5 anni. La possibilità di crescere dipende anche degli altri mercati, ma noi abbiamo avuto il pregio di avere anticipato le mosse e ben tre anni fa abbiamo iniziato una ristrutturazione aziendale importante che ha permesso oggi di avere una struttura snella ed efficace, con molta attenzione ai costi. Abbiamo effettuato il passaggio generazionale rendendo la gestione manageriale ma mantenendo la famiglia come azionista lavoratore. Il mondo della moda è cresciuto su sfarzi e guadagni sfolgoranti che hanno offuscato i costi e questi sprechi oggi non sono più possibili. Bisogna avere il coraggio di innovare e poiché negli abiti ormai si è visto di tutto è importante portare avanti nuovi progetti e ricercare nuovi talenti . Quando si incomincia si tratta di progetti di milioni di euro.
“La scelta dei talenti è fatta osservando il mondo e seguendo il proprio istinto, non sempre ci si prende ma Gilmar è un azienda che oltre ad avere marchi di proprietà si è messa al servizio di talenti nuovi da Anna Sui , Frankie Morello, Dsquare, al più recente  Giambattista Valli.

Crede che la vostra produzione cambierà a causa di questo?
“Anche oggi una piccola parte viene prodotta in Turchia, Bulgaria, Cina e India. Piuttosto che essere fedeli ad ogni costo bisogna valutare che o siamo in grado di produrre a prezzi competitivi oppure bisognerà andare dove danno un alta qualità ma con il 50% di costi in meno. Da imprenditore bisogna lottare fino in fondo per proteggere il nostro paese ma poi bisogna anche cedere all’evidenza. è un problema enorme perché c’è tutto un terziario che è unico al mondo, e senza cambio generazionale andrà perduto per sempre”.

Articolo pubblicato il 18 luglio 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento

comments powered by Disqus