Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Per imprenditori artigiani, commercianti e Pmi siciliane arriva il credito agevolato
Accordo siglato tra il Fei (Fondo europeo per gli investimenti), Bnl e Unicredit, nell’ambito dell’iniziativa Jeremie Sicilia. Integrando risorse pubbliche e private, si potrà reinvestire una parte dei fondi Po-Fesr 2007-2013

Tags: Speciale Fedelissimi



PALERMO - Un fondo da 130 milioni di euro a disposizione delle piccole e medie imprese siciliane a condizioni agevolate, con un dimezzamento dei tassi di interesse. E' l'obiettivo dei due accordi siglati giovedì mattina dal Fei, il Fondo europeo per gli investimenti, con gli istituti di credito Bnl e UniCredit, a Palazzo d'Orleans, nell'ambito dell'iniziativa Jeremie Sicilia. Integrando risorse pubbliche e private, Jeremie consente di reinvestire, con strumenti di ingegneria finanziaria, una parte dei fondi dei fondi strutturali europei per il periodo 2007-2013.

“Con la firma tra Fei, Bnl e UniCredit – ha detto l’assessore regionale all’Economia Gaetano Armao - si rendono disponibili altri 130 milioni per le imprese. Così, comuni, imprese e famiglie siciliane potranno accedere a fonti finanziarie per affrontare e superare la crisi. Questo e' il modo migliore per utilizzare le risorse europee e la Sicilia lo sta facendo, integrando per prima strumenti di finanza innovativa con le istituzioni finanziarie europee e il sistema bancario".

Jeremie (Joint European Resources for Micro to Medium Enterprises - Risorse europee congiunte per le micro e medie imprese) è un'iniziativa della Commissione europea sviluppata in collaborazione con il Fondo europeo per gli investimenti che promuove l'uso di strumenti di ingegneria finanziaria per migliorare l'accesso al credito per le Pmi, mediante i fondi strutturali.
A seguito dell'accordo siglato a Roma il 30 novembre 2009 dal Presidente della Regione, Raffaele Lombardo, con il Fei (Fondo Europeo degli Investimenti), l'Amministrazione Regionale ha aderito all'iniziativa comunitaria Jeremie Holding Fund nell'ambito del programma quadro per i Fondi Strutturali per il periodo 2007/2013.

Questa adesione si è concretizzata con il conferimento finanziario al Fondo di 60 milioni di euro, a valere sulle risorse finanziarie del Po-Fesr 2007/2013. Si tratta di 50 milioni di euro del dipartimento delle finanze e del credito e di 10 milioni di euro del dipartimento delle attività produttive.

L'intervento prevede la concessione di prestiti (come tali assoggettati al rimborso da parte dei destinatari) per finanziare interventi in favore delle Pmi e del microcredito con risorse comunitarie derivanti dalle linee di intervento 5.1.3.6, 5.1.3.1 e 5.1.3.5 del P.O. FESR 2007/2013 e alle quali si aggiungeranno quelle stanziate dalle due banche.

In base all'accordo stipulato giovedì e immediatamente operativo, il Fei mette a disposizione di Bnl 44 milioni di euro a cui l'istituto aggiungerà un capitale di 66 milioni, per un totale di 110, mentre 9 milioni saranno concessi a Unicredit che implementerà la dotazione con altri 11 milioni per complessivi 20 milioni. Si raggiungerà così una disponibilità totale di 130 milioni di euro.

Mentre Bnl potrà concedere finanziamenti per le piccole e medie imprese per un valore massimo di 400 mila euro, Unicredit offrirà micro-prestiti ad imprenditori artigiani e commercianti al dettaglio fino a un massimo di 25 mila euro cadauno.
I finanziamenti saranno agevolati (il costo sarà all'incirca la metà di quello di mercato) e le aziende pagheranno gli interessi solo sulla quota erogata dai due istituti di credito mentre, sulla quota erogata dalla Fei, gli interessi saranno a pari a zero.

Articolo pubblicato il 03 dicembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Articoli per la casa, specchio delle imprese di eccellenza italiane in tutto il mondo -
    Presentata l’imminente edizione della Macef, mostra mercato degli utensili di pregio. A Milano, dal 26 al 29 gennaio prossimi. Il settore brilla per le esportazioni: + 5%, grazie all’artigianato e al design ovunque riconosciuti
    (08 dicembre 2011)
  • Musei in rete per valorizzare il patrimonio naturalistico siciliano -
    La Sicilia possiede una serie di beni  conservati negli scantinati delle scuole pubbliche o in collezioni private. Migliaia di reperti giacciono non valorizzati e sottoposti al degrado per incuria o ignoranza
    (08 dicembre 2011)
  • Etna, il gigante dal potenziale inespresso -
    Intervista a Francesco Russo, procuratore generale della Funivia sul vulcano attivo più alto d’Europa, meta turistica d’eccellenza. “Per i catanesi val bene una gita fuori porta quando c’è la neve, invece i visitatori arrivano tutto l’anno”
    (03 dicembre 2011)
  • Per imprenditori artigiani, commercianti e Pmi siciliane arriva il credito agevolato -
    Accordo siglato tra il Fei (Fondo europeo per gli investimenti), Bnl e Unicredit, nell’ambito dell’iniziativa Jeremie Sicilia. Integrando risorse pubbliche e private, si potrà reinvestire una parte dei fondi Po-Fesr 2007-2013
    (03 dicembre 2011)
  • Complesso termale di Acque Geraci. Dopo vent’anni, l’ennesimo “stop” -
    Il Distretto minerario ha accolto l’istanza di concessione dell’Azienda, ma l’assessorato regionale all’Energia ha respinto la pratica. Spallina, amministratore unico: “Fermati dalla burocrazia regionale”. L’assessorato: “Nessun veto”
    (03 dicembre 2011)


comments powered by Disqus