Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Rc auto: 3,5 milioni di evasori. Dispositivi elettronici per stanarli
di Eloisa Bucolo

Dal 1° gennaio chi circola senza potrà essere scoperto più facilmente

Tags: Assicurazione, Rca, Auto, Evasione



PALERMO - Su 45 milioni di veicoli circolanti in Italia, secondo dati resi noti dall’Aci, 3 milioni e mezzo sono senza assicurazione o con il contrassegno contraffatto. Il rapporto sulle auto assicurate è stato realizzato incrociando i dati della Motorizzazione con quelli delle assicurazioni. La maggior parte dei veicoli non assicurati o con contrassegno falso circolano nelle regioni del Sud. Ciò si riflette negativamente anche sui prezzi delle polizze che nel nostro Paese sono il doppio rispetto alle tariffe applicate in Francia, Germania e Spagna. Secondo l’Isvap la principale causa del fenomeno è l’incremento dei premi assicurativi, che in alcune zone d’Italia sono troppo elevati e spingono molti proprietari di auto a circolare senza copertura assicurativa.

Dal primo gennaio 2012 coloro che circoleranno senza assicurazione auto potranno essere  più facilmente scoperti. La legge di Stabilità (n.183/2011, art.13, comma 5) ha modificato l’articolo 193 del Codice della Strada, che impone l’obbligo di circolare solo se coperti da una polizza di responsabilità civile verso terzi, aggiungendo importanti novità. “L’accertamento della mancanza di copertura assicurativa obbligatoria del veicolo – si legge nel testo della norma – può essere effettuato anche mediante il raffronto dei dati relativi alle polizze emesse dalle imprese assicuratrici con quelli provenienti dai dispositivi o apparecchiature (…) omologati ovvero approvati per il funzionamento in modo completamente automatico e gestiti direttamente dagli organi di polizia stradale (…)”.

I numeri di targa rilevati attraverso l’uso di dispositivi elettronici, come autovelox e altre telecamere (per esempio quelle poste nelle zone a traffico limitato o nei passaggi pedonali) saranno incrociati con le banche dati delle compagnie assicurative: in questo modo si potranno facilmente individuare i veicoli che non risultano assicurati. Gli automobilisti scoperti a viaggiare senza Rca saranno invitati dalle forze dell’ordine a presentare il contrassegno di assicurazione. In caso contrario si vedranno applicare le sanzioni già previste per questo tipo di illecito, ovvero una multa da 798 a 3.194 euro e il sequestro del veicolo.

Vi è da considerare però che le apparecchiature di controllo automatico, per un problema di privacy, conservano solo le immagini delle auto che hanno commesso l’infrazione, quindi molte auto allo stato attuale della legislazione la faranno comunque franca.

Per contrastare il fenomeno delle auto non assicurate è, pertanto, importante che ogni automobilista faccia la sua parte, provvedendo ad assicurare il proprio veicolo con una compagnia autorizzata.

Articolo pubblicato il 07 dicembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus