Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Le reazioni: difendere la costa da una colossale speculazione
di Antonio Condorelli



Mentre l’intera classe politica si occupa soltanto delle Zone a traffico limitato, in pochi sono scesi in campo per difendere la costa dei catanesi da questa speculazione senza precedenti.
L’On. Orazio Licandro, componente della segreteria nazionale dei comunisti italiani, è intervenuto senza peli sulla lingua denunciando il ritorno degli squali nel settore delle opere pubbliche; Salvatore La Rosa, segretario provinciale del Pdci ha chiesto “a chi convenga il disarmo cittadino nei confronti della voracità di certe lobby imprenditoriali?”; l’associazione apartitica Cittainsieme, da sempre punto di riferimento della società civile catanese, ha fatto un appello ai media nazionali e locali ad intervenire nei confronti del nuovo “sacco della città”. Per il resto silenzio assoluto.
Ecco perché la costa dei catanesi rischia di essere saccheggiata con la complicità della classe politica di maggioranza ed opposizione in seno al Consiglio comunale.

Articolo pubblicato il 21 luglio 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Catania: sul mare, cemento e negozi -
    Catania. Le mani sulla città 2 - Viabilità di scorrimento.
    Traffico e botteghe. Una via di fuga da 10 mln € tra piazza Europa e via del Rotolo diventa un enorme serpentone commerciale che costerà 121 mln € e sarà lungo 1,2 chilometri. 
    Lo stop da Roma. L’Ufficio speciale affida la realizzazione delle opere, ma Bertolaso contesta la gara e invita il Rup a procedere a una revoca in autotutela. SONDAGGIO
    (21 luglio 2009)
  • Le reazioni: difendere la costa da una colossale speculazione - (21 luglio 2009)
  • Piano regolatore: nella variante spazi commerciali non previsti -
    Le clausole: problemi con parcheggi e negozi? Il Comune risarcirebbe le imprese. Dopo una gestione di 38 anni, gli immobili riscattati con agevolazioni
    (21 luglio 2009)


comments powered by Disqus