Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Sanità ammalata, spreca 1,5 miliardi
di Liliana Rosano

IX Rapporto. “Ospedali e Salute 2011” curato dall’Aiop.
Personale dipendente. Il costo più elevato è sostenuto per gli stipendi del personale, cioè quasi 2,2 miliardi l’anno contro la media di 703 milioni € per le Regioni a Statuto speciale.
Inefficienza. Nel Rapporto è stato calcolato, regione per regione, lo spreco (o quota di inefficienza nella sanità) in base alla differenza tra il totale dei costi corretti e il totale dei ricavi teorici.

Tags: Sanità, Massimo Russo, Barbara Cittadini



Più di 2 miliardi il costo del personale delle Aziende sanitarie e ospedaliere siciliane, 738 milioni l’acquisto di beni e servizi. Poi ci sono i servizi appaltati (287,7 mln) e altri costi che, ponderati con l’indice di case mix, che ricomprende le prestazioni complesse fornite, portano il totale a più di 4 miliardi di costi, a fronte di 2,5 miliardi di ricavi. Questi i dati dai Conti economici anno 2009 delle Aziende pubbliche, rilevati nel IX Rapporto “Ospedali e Salute 2011” dell’Aiop, Associazione italiana ospedalità privata, che ha svolto l’analisi in tutte le 15 Regioni a Statuto ordinario e in quelle a Statuto speciale. L’assessore regionale alla Salute, da noi interpellato, ha affermato che si sta lavorando a razionalizzare l’offerta sanitaria e a riqualificare la spesa. Barbara Cittadini, presidente Aiop Sicilia, sottolinea che bisogna  puntare sulla iper-specializzazione per essere più competitivi e fermare la fuga di chi va a curarsi fuori. (continua)

Articolo pubblicato il 16 dicembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus