Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Sanità ammalata, spreca 1,5 miliardi
di Liliana Rosano

IX Rapporto. “Ospedali e Salute 2011” curato dall’Aiop.
Personale dipendente. Il costo più elevato è sostenuto per gli stipendi del personale, cioè quasi 2,2 miliardi l’anno contro la media di 703 milioni € per le Regioni a Statuto speciale.
Inefficienza. Nel Rapporto è stato calcolato, regione per regione, lo spreco (o quota di inefficienza nella sanità) in base alla differenza tra il totale dei costi corretti e il totale dei ricavi teorici.

Tags: Sanità, Massimo Russo, Barbara Cittadini



Più di 2 miliardi il costo del personale delle Aziende sanitarie e ospedaliere siciliane, 738 milioni l’acquisto di beni e servizi. Poi ci sono i servizi appaltati (287,7 mln) e altri costi che, ponderati con l’indice di case mix, che ricomprende le prestazioni complesse fornite, portano il totale a più di 4 miliardi di costi, a fronte di 2,5 miliardi di ricavi. Questi i dati dai Conti economici anno 2009 delle Aziende pubbliche, rilevati nel IX Rapporto “Ospedali e Salute 2011” dell’Aiop, Associazione italiana ospedalità privata, che ha svolto l’analisi in tutte le 15 Regioni a Statuto ordinario e in quelle a Statuto speciale. L’assessore regionale alla Salute, da noi interpellato, ha affermato che si sta lavorando a razionalizzare l’offerta sanitaria e a riqualificare la spesa. Barbara Cittadini, presidente Aiop Sicilia, sottolinea che bisogna  puntare sulla iper-specializzazione per essere più competitivi e fermare la fuga di chi va a curarsi fuori. (continua)

Articolo pubblicato il 16 dicembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus