Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

L’Ue finanzia con 49,7 milioni di euro programmi di tutela della salute
di Antonio La Ferrara

Pubblicato l’invito a presentare candidature nell’ambito degli interventi per il periodo 2008/2013. A disposizione di enti pubblici e privati per quattro diversi tipi di proposte

Tags: Unione Europea, Sanità



PALERMO - Nell’ambito del programma d’azione comunitario in materia di sanità pubblica - Salute e Tutela del Consumatore - relativo al periodo 2008-2013, è stato pubblicato un invito a presentare candidature.

Il secondo programma d’azione comunitario nel settore della salute pubblica (2008 -2013) persegue i seguenti obiettivi:
1) migliorare la sicurezza sanitaria dei cittadini;
2) promuovere la salute, anche riducendo le disuguaglianze sanitarie;
3) generare e diffondere informazioni e conoscenze sulla salute.

Il 1° dicembre 2011 è stato adottato il Piano di lavoro 2012 del programma in questione che ne stabilisce le priorità. Sulla base di questa decisione, l’Agenzia esecutiva per la salute e i consumatori (Eahc) ha lanciato il presente invito a presentare proposte per azioni congiunte, sovvenzioni di funzionamento, progetti e conferenze.
Nell’insieme le azioni previste dal programma di lavoro 2012 intendono contribuire alla realizzazione delle priorità dell’UE definite nella strategia Europa 2020 e a rispettare obblighi legislativi e impegni politici.

Nel 2012 il programma in materia di salute contribuirà agli obiettivi delle iniziative faro che rientrano nella strategia Europa 2020:
- il progetto pilota di partnership europea d’innovazione per un invecchiamento attivo e in buona salute nell’ambito dell’iniziativa faro “L’unione dell’innovazione» ha ispirato, nel quadro del presente programma di lavoro, un’azione volta a consentire ai cittadini europei di condurre quanto più a lungo possibile una vita attiva, autonoma e in buona salute;
- la piattaforma europea di lotta contro la povertà e l’esclusione sociale della strategia Europa 2020 ha ispirato azioni volte a ridurre le disuguaglianze
- l’iniziativa faro dell’Ue: un’agenda per nuove competenze e nuovi posti di lavoro costituisce il quadro di riferimento per le misure relative al personale sanitario.

L’invito a presentare candidature 2012 consiste delle seguenti parti:
1. un invito a presentare proposte per l’assegnazione di un contributo finanziario ad iniziative specifiche in forma di progetti;
2. un invito a presentare proposte per l’assegnazione di un contributo finanziario ad iniziative specifiche in forma di conferenze;
3. un invito agli Stati membri e ai paesi partecipanti per la presentazione di azioni congiunte;
4. un invito a presentare proposte per l’assegnazione di un contributo finanziario per il funzionamento di enti non governativi e reti specializzate (sovvenzioni di funzionamento)

Il programma in materia di salute è aperto oltre che agli Stati membri dell’Unione europea, anche alla partecipazione dei paesi terzi. I paesi dell’Efta/See, vale a dire l’Islanda, il Liechtenstein e la Norvegia, vi partecipano conformemente alle condizioni definite nell’accordo See. Anche altri paesi terzi possono parteciparvi mediante i necessari accordi, in particolare i paesi coinvolti nella politica europea di vicinato, i paesi che hanno presentato una domanda di adesione all’Unione, i paesi candidati all’adesione e i paesi in via di adesione, nonché i paesi dei Balcani occidentali associati al processo di stabilizzazione e di associazione. Tra questi paesi figura la Croazia, che ha concluso tale accordo e partecipa al programma
Il bilancio disponibile per il 2012 è pari a € 49.700.000.
 

 
Candidature entro il 9 marzo 2012. Cofinanziamento Ue fino al 70%
 
Le sovvenzioni saranno ripartite nel seguente modo:
- sarà destinato al finanziamento di cinque azioni congiunte l’importo di 8.950.000 euro; il tasso di cofinanziamento dell’Unione non può superare il 50 %, ma può raggiungere il 70 % in caso di attività eccezionale;
- l’importo indicativo per le spese di funzionamento per le organizzazioni non governative o le reti specializzate è di 4.400.000 euro; il tasso di cofinanziamento dell’UE non può superare il 60 %,ma può arrivare all’80 %;
- rispetto al 2011 l’importo totale indicativo disponibile per le iniziative specifiche in forma di progetti è aumentato ed è pari a 13.171.820 euro; il tasso di cofinanziamento dell’UE non può superare il 60 %, ma può arrivare all’80 %;
- i fondi che saranno resi disponibili per le conferenze ammontano a 800.000 euro di cui 200.000 per le conferenze organizzate dalla Presidenza e 600.000 per le altre; l’importo di cofinanziamento dell’Unione non può superare il 50 % dei costi ammissibili sostenuti.
Per maggiori informazioni, inviare le vostre domande all’indirizzo email EAHC-PHP CALLS@ec.europa.eu, oppure contattare il Punto di contatto italiano presso il Ministero della salute Dipartimento per la prevenzione e comunicazione - Ufficio III   Viale Giorgio Ribotta, 5 00144 Roma  E-mail: nfp_eahc@sanita.it Il termine ultimo per presentare le candidature è il giorno 9 marzo 2012.

Articolo pubblicato il 20 dicembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus