Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Politici aggrappati alle indennità
di Stefania Zaccaria

Costi politici. La Regione fa da scudo ai Comuni spreconi.
 
Circolare Chinnici. L’assessore ha bloccato in Sicilia i tagli disposti dalla legge 122/2010. Si sarebbe già potuta risparmiare una cifra superiore a dieci milioni di euro.

Dati nascosti. Le retribuzioni degli amministratori dovrebbero essere pubblicate e costantemente aggiornate sui siti web istituzionali, ma solo in pochi si rendono trasparenti

Tags: Costi Politici



PALERMO - I tagli ai costi della politica, in Sicilia, non sono di moda. Poco o niente è stato fatto, soprattutto dal momento in cui la circolare n°1/2011 dell’assessore regionale alle Autonomie locali, Caterina Chinnici, ha stoppato le disposizioni della Finanziaria nazionale 2010 (legge 122) che prevedeva una netta riduzione dei costi della politica.
Ogni Comune avrebbe potuto muoversi di propria iniziativa per contenere le spese per Giunte e Consigli, ma a parte qualche caso isolato i politici nostrani continuano a ignorare le richieste pressanti dei cittadini e dei conti pubblici. Nella gran parte dei nove Comuni capoluogo, infatti, la situazione rimane allarmante. Solo il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, ha provveduto a intervenire con rigore.

Articolo pubblicato il 29 dicembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus