Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Pa siciliana, la corruzione dilaga
di Patrizia Penna

Pa regionale. Attività di contrasto alla criminalità.
 
A.A.A. Efficacia cercasi. Abbiamo chiesto ai dodici assessori come attuano le azioni di contrasto e prevenzione di atti criminosi all’interno dei relativi assessorati
 
Reati contro la Pa. Nonostante l’adozione nel 2009 del Codice anticorruzione ed antimafia da parte della Regione sicilana, quasi 1.000 reati in più ai danni della Pa dal 2008 al 2010

Tags: Pubblica Amministrazione, Criminalità, Corruzione



Codice antimafia e anticorruzione della pubblica amministrazione del 4 dicembre 2009; Legge regionale n. 5 del 5 aprile 2011; Direttiva del presidente Lombardo del 13 maggio 2011. Per combattere la corruzione la Regione Siciliana ha le norme, a differenza dello Stato che ha un disegno di legge fermo da due anni. Solo che è come se non ce le avesse, considerato che non sono mai stati istituiti i Nuclei ispettivi interni e che ancora oggi l’assessore Chinnici ci riferisce che è ancora da pubblicare un decreto per colpire con le sanzioni chi viola le norme. Nelle norme adottate mancano sistemi di vigilanza e controllo e questo vanifica l’efficacia delle norme stesse. Abbiamo chiesto agli assessori come si sono attivati per combattere la corruzione. Solo la metà di loro ha risposto, per tutti gli altri la questione non è urgente. (continua)

Articolo pubblicato il 30 dicembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus