Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Nominato il Comitato per il microcredito
di Pierangelo Bonanno

Pubblicato sulla Gurs n. 53 del 23 dicembre 2011 il decreto con i nomi dei componenti a titolo gratuito (vedi art. 5). Vigila sulle convenzioni e ne propone lo scioglimento in caso di violazione delle direttive

Tags: Microcredito, Economia



PALERMO - Nella Gazzetta ufficiale della Regione siciliana dello scorso 23 dicembre è stato pubblicato il decreto di  nomina del Comitato regionale per il microcredito. Il provvedimento  firmato, lo scorso 17 novembre, dall’assessore regione all’Economia, Gaetano Armao, non soltanto indica i nomi dei componenti ma statuisce i compiti e le funzioni del comitato. In particolare, il Comitato regionale per il microcredito è incaricato di sovrintendere all’attuazione delle iniziative di microcredito a sostegno delle famiglie promosse dalla Regione siciliana. Il Comitato è così composto:
- Gaetano Armao, assessore regionale per l’economia, (o suo delegato) con funzioni di presidente;
- Arabella Mocciaro, nella qualità di esperto nel settore del microcredito;
- Sergio Librizzi; Marialorena Pepe; Edoardo Barbarossa; Giuseppe Mattina; Ugo Barresi; Nicola Culicchia; in qualità di rappresentanti delle istituzioni e organismi no profit e delle banche coinvolti nell’attuazione delle iniziative di microcredito;
- Pietro Ingrassia, in qualità di segretario.

Il Comitato ha sede a Palermo presso l’Assessorato regionale dell’economia, dipartimento regionale delle Finanze e del credito, i componenti del Comitato restano in carica per 36 mesi dalla data di insediamento. Con il decreto dell’Assessore regionale per l’economia n. 344 dell’1 luglio 2011, è stata approvata la convenzione con la banca Unicredit S.p.A., aggiudicataria della gara per l’affidamento in concessione del servizio di gestione del Fondo etico della Regione siciliana (FERS), banca che sarà coinvolta nell’attuazione dell’iniziativa, sia come gestore del suddetto Fondo etico che quale erogatrice delle forme di microcredito previste.

Tra le funzioni e compiti è opportuno sottolineare che il Comitato determina i requisiti di ammissibilità dei soggetti, residenti nel territorio della Regione, che richiedono di accedere al microcredito, avendo specifico riguardo all’utilizzo dell’indicatore ISEE, i criteri per l’accesso al medesimo microcredito, e impartisce direttive circa modalità e condizioni tecnico-operative di attuazione delle medesime iniziative da parte dei soggetti convenzionati, coinvolti per l’esercizio delle funzioni previste, di gestione del Fondo etico della Regione siciliana, di erogazione dei finanziamenti e di tutoraggio ed accompagnamento dei beneficiari del microcredito. 

Il Comitato svolge, in raccordo con la competente struttura del dipartimento regionale delle Finanze e del credito, il monitoraggio dell’attività posta in essere dai soggetti convenzionati ai fini dell’attuazione delle iniziative di microcredito, inoltre  valuta periodicamente l’andamento dell’iniziativa adottando, ove necessario e/o opportuno, le determinazioni volte a modificare o integrare i requisiti soggettivi, i criteri per l’accesso al microcredito o le modalità e condizioni tecnico-operative di attuazione delle medesime iniziative da parte dei soggetti convenzionati, con lo scopo di assicurare che le attività oggetto delle convenzioni si svolgano con continuità per l’efficace perseguimento delle finalità previste dalla disposizione normativa.

Il Comitato impartisce direttive e prescrizioni ai soggetti convenzionati anche allo scopo di assicurare le verifiche e i controlli delle attività dagli stessi poste in essere, proponendo all’Assessore regionale per l’economia l’eventuale adozione del provvedimento di risoluzione delle convenzioni, in caso di inosservanza o mancata esecuzione delle stesse direttive e/o prescrizioni. 

Il Comitato acquisisce i rapporti sull’attività riguardante il servizio di gestione del Fondo etico della Regione siciliana (FERS), previsti dalla convenzione tra l’Assessorato regionale dell’economia e Unicredit, concessionario di tale servizio, e può richiedere allo stesso concessionario, in qualsiasi momento, informazioni e dati aggiuntivi sui soggetti ammessi alla garanzia del FERS e/o su quelli per i quali la stessa garanzia è stata attivata.
 


Il Comitato si avvale del supporto del dipartimento regionale Finanze e credito
 
In base all’articolo 5 del decreto, il funzionamento del Comitato non comporta alcun onere a carico del bilancio della Regione. I componenti del Comitato non ricevono alcun compenso o rimborso per le loro attività.
Il Comitato è convocato dal presidente o da un suo delegato. Alle sue sedute partecipa il dirigente generale del dipartimento delle Finanze e del credito, o un dirigente dallo stesso delegato. Nella convocazione è indicato l’ordine del giorno; nell’espletamento dei suoi compiti il Comitato è coadiuvato dalla competente struttura del dipartimento regionale delle Finanze e del credito, presso la quale sono tenuti gli atti prodotti dal Comitato medesimo. Il funzionamento del Comitato non comporta alcun onere a carico del bilancio della Regione.

Articolo pubblicato il 03 gennaio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus