Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Scoperti 2 miliardi di evasione fiscale
di Patrizia Penna

Rapporto 2011 Guardia di Finanza Comando Regione Sicilia.
Quasi il 50 per cento. All’incirca la metà delle 2.020 verifiche fiscali ha portato alla luce violazioni costituenti reato e in un caso il responsabile è stato arrestato per frode fiscale
Le principali violazioni. Redditi non dichiarati, costi indeducibili, ritenute non operate o non versate, evasione dell’Imposta sul valore aggiunto hanno impegnato il Comando Sicilia della Gdf

Tags: Evasione, Agenzia Delle Entrate



Un miliardo e mezzo sottratto alle imposte dirette, tramite false dichiarazioni; 23 milioni di euro di ritenute non operate o non versate; 290 milioni di Imposta sul valore aggiunto evasa o non versata. Tutto questo nel 2011 per un totale di quasi 2 miliardi sottratti al Fisco (per la precisione un miliardo e 813 milioni di euro), che, grazie all’intensa attività della Guardia di Finanzia in Sicilia, sono stati recuperati. Il risultato di 9.220 atti ispettivi che hanno rivelato, in particolare, che l’evasione dell’Iva, rispetto al 2010, addirittura è aumentata del 92 per cento.
La Guardia di Finanza ha intensificato l’attività di intelligence per individuare i settori economici e i soggetti a più elevata pericolosità fiscale. Alto il fenomeno degli evasori totali, soprattutto nell’edilizia e del lavoro sommerso a partire dal settore ristorazione e alberghiero. (continua)
 

Articolo pubblicato il 07 febbraio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

Domenico Achille
Domenico Achille


´╗┐