Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Sindaci, acchiappate i fantasmi
di Alessandro Petralia

Abusivismo. La piaga degli immobili non dichiarati al catasto.
Resa dei conti vicina. L’Agenzia del territorio sta attribuendo il valore catastale ai fabbricati non dichiarati, che non sono stati regolarizzati dai proprietari entro il 30 aprile scorso.
Evasione. Quando ogni immobile sarà stato stimato sarà possibile riscuoterne le tasse, ma i politici dovranno avere il coraggio di un’azione forse impopolare data la diffusione capillare del fenomeno.

Tags: Raffaele Stancanelli, Agenzia Del Territorio, Abusivismo, Giuseppe Buzzanca, Latella



PALERMO – In Sicilia, i “ghostbusters” dell’Agenzia del Territorio hanno scovato oltre 307 mila “case fantasma”, cioè immobili abusivi non dichiarati al Catasto: praticamente, uno ogni 16 abitanti. I vertici regionali della stessa Agenzia hanno rassicurato che gli uffici hanno lavorato più velocemente che nel resto d’Italia e che ormai il processo di attribuzione della rendita catastale presunta ad ogni immobile fantasma è ormai prossimo al 100% del totale. Quando anche l’ultimo immobile fantasma avrà avuto assegnata la propria rendita catastale, i Comuni potranno esigere le relative tasse, quantomeno Imu ed Irpef. Toccherà quindi ai sindaci - in primis quelli delle aree metropolitane, Stancanelli per Catania, Buzzanca per Messina e il commissario Latella per Palermo - darsi da fare per “acchiappare” chi finora non ha pagato. (continua)

Articolo pubblicato il 10 febbraio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐