Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Le truffe strangolano l’agricoltura
di Stiben Mesa Paniagua

Agricoltura. I prodotti contraffatti invadono l’Isola.
Controlli. Manca un’unica cabina di regia, dei controlli su tutti i prodotti di importazione che ne verifichi la salubrità e ne tracci l’origine certa, evitando naturalizzazioni anomale.
Accordo Ue-Marocco. Numerose voci di protesta si sono levate contro l’accordo di libero scambio votato al Parlamento europeo che mette a rischio migliaia di imprese.

Tags: Agricoltura, Crisi, Unione Europea, Marocco



PALERMO – Il 2012 per l’agricoltura siciliana è iniziato nel peggiore dei modi possibili, catastrofico, quasi più delle funeste previsioni Maya.
Nel mese di gennaio la vendita e distribuzione dei prodotti è stata letteralmente messa in ginocchio dalla lunghissima protesta del Movimento dei forconi, attuata attraverso il blocco totale degli autotrasportatori, con perdite nell’ordine delle centinaia di milioni di euro. A questo si è aggiunto il freddo anomalo degli ultimi giorni, con punte di -6 gradi toccate nella notte in alcune zone dell’Isola, che secondo Coldiretti ha causato perdite per circa 10 milioni di euro.
E poi c’è il falso Made in Sicily che da solo crea una perdita di 731 milioni di euro ma contro il quale non esiste nemmeno un organismo di controllo interamente dedicato. Un settore primario, fondamentale, che viene strangolato dalle truffe senza le difese necessarie. (continua)

Articolo pubblicato il 18 febbraio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

Carmelo Gurrieri, presidente regionale della Confederazione italiana agricoltori
Carmelo Gurrieri, presidente regionale della Confederazione italiana agricoltori
Alessandro Chiarelli, presidente regionale di Coldiretti Sicilia
Alessandro Chiarelli, presidente regionale di Coldiretti Sicilia
Gerardo Diana, presidente di Confagricoltura Sicilia
Gerardo Diana, presidente di Confagricoltura Sicilia