Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Donazioni sangue, in Sicilia. Nel 2010 trend positivo: +7,5%
di Margherita Montalto

Dati Avis Sicilia: l’80% dei nuovi donatori sono giovani di età compresa tra i 18 ed i 20 anni. A livello nazionale la nostra è la 6° regione per numero di unità raccolte

Tags: Donazione Sangue



PALERMO  -Il sangue è vita, è un gesto semplice che contribuisce ad aiutare il prossimo. Un gesto semplice ma importante soprattutto perché il sangue è indispensabile alla vita quando si interviene  nei servizi di primo soccorso, in chirurgia nella cura di malattie oncologiche e nei trapianti. Tutti possono donare il sangue a condizioni che il donatore sia sano e in buone condizioni di salute e il cui stile di vita non sia a rischio e abbia un’età compresa tra i 18 e i 60 anni, non faccia uso di droghe o alcool, non abbia rapporti sessuali ad alto rischio di trasmissione di malattie infettive (es. occasionali, promiscui, ...), non sia affetto da epatite o ittero o malattie veneree. Prima di donare occorre avere un colloquio con il medico che  stabilirà l’idoneità e  individuerà quale tipo di donazione è più indicata: sangue intero o aferesi.

Dopo la visita medica  sarà effettuato il prelievo del sangue necessario per eseguire gli esami di laboratorio prescritti per accertare l’idoneità al dono.
Accertata l’idoneità il nuovo donatore verrà invitato ad effettuare la prima donazione gli verrà somministrato un  modulo per il  consenso alla donazione. Il volume massimo di sangue prelevato, stabilito per legge, è uguale a 450 centimetri cubici +/- il 10%.

Ma quanti sono donatori?
I dati sui soci che aderiscono alla donazione in provincia di Catania nel  2009 sono stati 11.056, nel 2010 11.728, nel 2011 12.502, con rispettive Unità di sangue nel 2009 15.307, nel 2010 16.411, nel 2011 16.853. Si registra un costante aumento percentuale e in ogni caso la provincia di Catania è seconda solo a Ragusa. Rispetto alle altre Regioni i dati AVIS regionale Sicilia nel 2008 il numero dei Soci è stato di 61.692 con 93.048 donazioni; nel 2009 di 63.390 con 97.627 donazioni, nel 2010 67.078 soci con 104.970 donazioni.

“In campo nazionale la Sicilia è la sesta Regione su 21 per numero di unità raccolte -spiega Il presidente provinciale AVIS Francesco Strano, - Ottimo risultato in aumento, specie tra i giovanissimi che sono vicini alla cultura della donazione del sangue”.

La cultura della donazione comunque dipende dal tipo di istruzione, classe sociale ed età; Il profilo del donatore siciliano può così riassumersi: età media 30/40, istruzione mediamente superiore, classe sociale impossibile da determinare, ma si passa, indifferentemente, dallo studente al muratore, dalla casalinga al professionista, dal professore all’artigiano.

I giovani tra i 18 ed i 20 anni rappresentano circa l’80% dei nuovi donatori ogni anno, il 50% di questi diventa donatore periodico.
I dati comunque confermano un trend positivo di prima donazione nella fascia di età più bassa per entrambi i sessi. Il dato relativo all’effettuazione della seconda donazione nell’anno è del 15,0% per gli uomini e del 19,4% per le donne, la terza donazione, dato riferito solo agli uomini, è pari al 7,5%, la quarta donazione sempre solo uomini è pari al 4,6%.

“In conclusione possiamo asserire che si aumenta, fortunatamente, di  anno in anno, -commenta Strano - anche se resta comunque una differenza negativa di un 5% per quanto riguarda le unità di sangue intero raccolte ed una differenza negativa per le unità di plasma - sia per uso clinico che per la produzione di plasmaderivati - raccolte in aferesi, infatti mancano 12.000 litri di plasma su un fabbisogno Regionale di 37.000 attualmente i litri mancanti vengono importati da altre Regioni”.

Articolo pubblicato il 06 marzo 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus




´╗┐