Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Dal Cipe meno di 300 milioni in Sicilia
di Liliana Rosano

Sarà messa in sicurezza la Palermo-Lercara. Il Comitato interministeriale per la programmazione economica ha approvato progetti per 2,5 mld complessivi. Interventi per 34 km, in uno dei tratti più pericolosi, dalla rotatoria di Bolognetta al bivio Manganaro

Tags: Cipe, Infrastrutture, Pier Carmelo Russo



PALERMO - In Sicilia sono in arrivo poco meno di 300 milioni di euro  per la realizzazione di due progetti di sviluppo. Il Comitato interministeriale per la programmazione economica, ha approvato ieri, nel corso della seduta alla quale ha partecipato l’assessore regionale per le Infrastrutture della Sicilia, Pier Carmelo Russo, il progetto definitivo per il lotto funzionale della strada a scorrimento veloce Palermo - Agrigento nel tratto fra Palermo e Lercara Friddi (dal km 14,400 al km 48), del valore di circa 296 milioni di euro.

Si tratta di un intervento di messa in sicurezza e miglioramento di uno dei tratti stradali più pericolosi d’Italia.
Complessivamente i lavori riguarderanno l’ammodernamento del tratto stradale dalla rotatoria di Bolognetta fino al bivio Manganaro per uno sviluppo complessivo di circa 34 km compresi i tratti di raccordo.

“L’approvazione del progetto definitivo è un risultato importantissimo per la crescita delle infrastrutture siciliane - commenta l’assessore Pier Carmelo Russo - L’esecuzione di questi lavori garantirà la fondamentale sicurezza di una strada ad oggi troppo pericolosa e, al tempo stesso, sarà una importante boccata d’ossigeno per il settore delle costruzioni che in Sicilia sta attraversando un momento di grave crisi occupazionale”.

Il Cipe ha anche finanziato un secondo progetto di dimensioni decisamente minori. Si tratta dei lavori per la riqualificazione dell’edificio e l’allestimento delle sale espositive del Museo Regionale Archeologico “Antonio Salinas” di Palermo. L’importo a disposizione per il bando di gara, che dovrà essere definito entro dicembre 2012, è di 2 milioni di euro ed è stato finanziato con il Fondo per lo sviluppo e la Coesione.

 Nella seduta di ieri, il comitato interministeriale per la programmazione economica ha deliberato in tutto lo stanziamento di circa 2,5 miliardi, tra fondi pubblici e privati, per nuove opere infrastrutturali e interventi di manutenzione straordinaria. Tra le principali opere finanziate, oltre ai 600 milioni destinati agli interventi dei contratti di programma di Anas e Rfi per il 2012, figurano: 50,1 milioni per Strada Statale 38 in Valtellina, variante di Morbegno dal km 15 al km 17,5, che rende possibile un investimento di 280 milioni; 71,6 milioni per Metropolitana di Brescia, primo lotto funzionale Prealpino - S. Eufemia; 70 milioni all’asse stradale Lioni - Grottaminarda, di collegamento tra l’autostrada A3 Salerno - Reggio Calabria e l’autostrada A16 Napoli - Bari, tratto tra lo svincolo di Frigento e lo svincolo di San Teodoro; 20 milioni alla Strada Statale 172, cosiddetta “dei Trulli”; 33 milioni alla Strada Statale 106 “Ionica”, dallo svincolo di Squillace allo svincolo di Simeri Crichi; 60 milioni per l’hub portuale di Ravenna.

Articolo pubblicato il 24 marzo 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus