Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Edilizia, accordo su costo del lavoro
di Redazione

Per la prima volta un’intesa allo scopo di rendere uguali i trattamenti economici e le indennità nelle 9 province. Risparmio dei costi: saranno razionalizzate casse edili e commissioni paritetiche sulla sicurezza

Tags: Salvo Ferlito, Edilizia, Ance Sicilia, Lavoro



Palermo - Per la prima volta imprese e sindacati insieme per adeguare in maniera omogenea il costo del lavoro, per razionalizzare il sistema delle casse edili e per rilanciare il settore delle opere pubbliche nell’Isola.

Il presidente regionale di Ance Sicilia, Salvo Ferlito, e i segretari regionali di Fillea-Cgil (Franco Tarantino), Filca-Cisl (Santino Barbera), e Feneal-Uil (Angelo Gallo), hanno sottoscritto un “Atto di indirizzo regionale sulle politiche del lavoro e delle relazioni industriali” che nell’immediato dà l’avvio alle trattative per il rinnovo dei contratti integrativi provinciali fornendo linee guida utili a rendere progressivamente omogenei i trattamenti economici e le indennità aggiuntive fra le nove province dell’Isola, a beneficio delle imprese e dei lavoratori.
 
L’obiettivo del superamento di eventuali disparità di trattamento economico sul territorio regionale, secondo l’accordo, sarà favorito anche attraverso le iniziative degli organismi bilaterali provinciali, quali le casse edili e le commissioni paritetiche sulla sicurezza, che saranno oggetto di una razionalizzazione ed omogeneizzazione al fine di ottenere un risparmio di costi e una maggiore efficienza. In vista anche l’unificazione dei sistemi informatici e dei centri di spesa.

All’interno dell’accordo, inoltre, Ance Sicilia e sindacati regionali si sono impegnati a varare tutte le possibili iniziative sinergiche nei confronti delle istituzioni competenti, al fine di rilanciare il mercato delle costruzioni attraverso il reperimento di risorse immediate - anche con strumenti innovativi - che sblocchino gli appalti di opere pubbliche, sostengano programmi di riqualificazione urbana e di recupero dei centri abitati e avviino politiche abitative che, anche col ricorso al partenariato pubblico-privato, consentano di superare gli ostacoli al reperimento delle aree.

Secondo Ferlito, “abbiamo firmato un accordo che pone la Sicilia a livello nazionale come primo laboratorio di sperimentazione di un modello innovativo che potrà migliorare l’efficacia delle relazioni industriali nel settore edile in tutta Italia”.

Articolo pubblicato il 27 marzo 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Salvo Ferlito, presidente regionale di Ance Sicilia
Salvo Ferlito, presidente regionale di Ance Sicilia