Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Sono seimila i malati di sclerosi multipla in Sicilia
di Redazione

Oggi a Palermo nell’aula magna dell’Ospedale “V. Cervello” un incontro promosso dall’Aism. Fornire al paziente risposte certe: dalla diagnosi alla gestione della malattia

Tags: Angelo La Via, Sclerosi Multipla, Aism



PALERMO - “Puntiamo alla qualità del servizio: la persona con sclerosi multipla, ed in Sicilia sono circa sei mila, non deve avere alcun dubbio a curarsi nella sua Regione”. Il presidente del Coordinamento Sicilia dell’Aism, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, Angelo La Via vuole mettere al centro la persona.
Migliorare la gestione della sclerosi multipla significa migliorare la qualità di vita della persona con sm e quella dei loro familiari, ma vuol dire anche ridurre i costi di gestione della malattia. Per questo motivo l’Aism punta alla presa in carico del paziente. Anche di questo si parlerà oggi martedì prossimo, 27 marzo, nell’aula magna dell’ospedale “V.Cervello” di Palermo, nell’incontro promosso da Aism e Assessorato regionale alla Salute, con il supporto di Novartis. È un percorso iniziato alcuni anni fa. Abbiamo avuto valide interlocuzioni con l’assessorato -ha continuato La Via – fornendo risposte concrete alla popolazione con sm in Sicilia, ma adesso stiamo finalmente dando corpo e qualità agli interventi. Con il Piano sanitario regionale ci è stata data un’opportunità: far funzionare la rete dei centri clinici in Sicilia. Ma penso che siamo i primi in Italia a collaborare in questo modo con un Ente pubblico per dare risposte a 360 gradi: dalla diagnosi a tutti gli aspetti relativi alla malattia. è una presa in carico della persona con sm in tutte le discipline. Puntiamo al Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale per protocolli standard”.
 

 
Puntare sulla qualità dei servizi al paziente
 
Interverranno Sergio Buffa, Assessorato Regionale della Salute, Dipartimento Regionale per la Pianificazione Strategica; Salvatore Cottone, Direttore U.O.S. Di Neuroimmunologia, Azienda ospedali riuniti Villa Sofia Cervello; Salvatore Di Rosa, Direttore Generale dell’A.O.O.R. Villa Sofia-Cervello; Marzia Furnari, Assessorato Regionale della Salute, Dipartimento Regionale per la Pianificazione Strategica, Dirigente Responsabile Area Interdipartimentale 2 – Ufficio del Piano di Rientro; Giancarlo Monza, Head of Clinical Affairs - Novartis Farma; Francesco Patti, ricercatore confermato, professore aggregato, Clinica neurologica, Policlinico di Catania; Rosalia Traina, Assessorato Regionale della Salute, Dipartimento Regionale per la Pianificazione Strategica, dirigente responsabile. Concluderà i lavori l’assessore regionale alla salute Massimo Russo.

Articolo pubblicato il 27 marzo 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐