Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Le arance di Sicilia offerte nelle piazze italiane ad aprile
di Michele Giuliano

Iniziativa della Coldiretti: 4 venerdì e sabato per far conoscere e apprezzare la qualità dei tarocchi. Con Campagna amica si punta sulla vendita diretta, dal produttore al consumatore

Tags: Coldiretti, Arance



PALERMO - Arance di Sicilia in tutta Italia per il mese di aprile. Il canale di commercializzazione è quello della bottega di “Campagna amica”, iniziativa lanciata da Coldiretti che punta alla vendita diretta dal produttore al consumatore: in sostanza i cosiddetti “farmer’s market”.

Per i prossimi fine settimana di aprile in tutta Italia, ogni venerdì e sabato, i clienti della Bottega riceveranno in omaggio una retina di arance di Sicilia. L’iniziativa che vede come protagoniste le botteghe di “Campagna Amica” di tutta Italia è promosso dalla Regione Sicilia in collaborazione con Unaproa. Insieme alle arance i clienti potranno approfondire, attraverso uno specifico pieghevole, le informazioni nutrizionali di degli agrumi siciliani. “Anche attraverso questo evento - sottolinea il direttore di Coldiretti Piacenza, Massimo Albano - vogliamo far comprendere l’importanza di consumare prodotti italiani con origine certa, provenienti direttamente dagli imprenditori agricoli. Non dimentichiamo che i prodotti venduti nella bottega di Campagna Amica non subiscono lunghi passaggi ma arrivano direttamente dagli imprenditori agricoli italiani accreditati alla rete di Campagna Amica”.

Non è un caso che ad essere scelto come prodotto di assoluta garanzia per i consumatori sia l’arancia di Sicilia che in particolare per la specialità rossa trova un importante mercato. Oltretutto questo è un prodotto Igp, di indicazione geografica protetta, e il che significa che vengono tenuti in considerazioni importanti parametri.

Le condizioni ambientali e di coltura degli aranceti destinati alla produzione dell’Arancia rossa di Sicilia devono essere quelle tradizionali della zona e, comunque, atte a conferire al prodotto che ne deriva le specifiche caratteristiche di qualità. Ecco perché anche al Nord le specificità della Sicilia fanno gola: “Fare rete - conclude Albano - significa avere a disposizione la migliore agricoltura italiana e Coldiretti, in un periodo di crisi per il comparto arancicolo, ma anche per il Paese, intende offrire ai cittadini la possibilità di assaggiare gratuitamente le nostre produzioni, affinchè ancora una volta la sinergia Coldiretti-consumatori possa portare valore aggiunto alla nostra straordinaria Italia del buon senso”.

Tra l’altro questa iniziativa si concretizza in corrispondenza dell’ennesimo tentativo di truffa ai danni della Sicilia e dei consumatori proprio al Nord. Nei giorni scorsi i reparti operativi del Corpo Forestale dello Stato di Arezzo e di Pieve Santo Stefano hanno scoperto un vastissimo giro di vendita di arance che venivano spacciate per siciliane. Tutti gli ambulanti controllati sono risultati non in regola con la normativa che tutela la sicurezza alimentare. Oltre alla immediata interruzione dell’attività in corso, sono state contestate sanzioni amministrative per un importo complessivo di circa 20.000 euro. I rilievi svolti hanno anche permesso di accertare che gran parte degli agrumi trasportati non erano nemmeno prodotti davvero in Sicilia, così come riportato nei cartelli, bensì acquistati su altri mercati, senza che i venditori ne abbiano potuto indicare l’effettiva origine.
 


Indicazione geografica protetta per il prezioso frutto
 
Con il termine arance rosse di Sicilia Igp (indicazione geografica protetta), viene indicata una serie di varietà di arance coltivate in alcune zone di Siracusa e Catania. Questo tipo di frutto ha una buccia dal colore arancione vivo con filamenti rossastri. Anche la polpa è di colore arancione con alcune venature rosse. Le arance rosse sono  succose, ricche di vitamina C, sali minerali e molecole antiossidanti fondamentali per il benessere della salute. Uno degli antiossidanti più importanti è la Cianidina, molecola apprezzata per le sue proprietà antitumorali, antinfiammatorie e anticolesterolo cattivo. Più arance e meno bibite è quindi il suggerimento della Coldiretti per garantirsi un adeguato apporto di vitamine e di sali minerali di cui questi frutti risultano particolarmente ricchi. Ovviamente anche dalla Sicilia arrivano adesioni alla campagna di vendita delle arance siciliane. Tra queste si registra quella del Comune di Bagheria, mediante l’assessorato alle Attività produttive, diretto da Pietro Miosi, che si è mostrato ben lieto di sposare la campagna favorendo l’iniziativa che consiste, tra l’altro, nella collocazione di 4 distributori di spremuta d’arance presso altrettante scuole cittadine.

Articolo pubblicato il 05 aprile 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus