Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Falsi braccianti, truffa da 6,7 miliardi l’anno
di Giuliana Gambuzza

Lavoro. Il sommerso nell’Isola e i danni all’erario.
Megatruffa. Dai controlli effettuati dagli ispettori di Vigilanza nel 2011, sono risultati inesistenti 9.444 rapporti professionali (26 casi al giorno, un abitante ogni 535, un operaio agricolo ogni 16).
Irregolarità al 7%. La cifra di 6,7 mld si ottiene estendendo i controlli a tutte le 259.437 aziende agricole dell’Isola e ipotizzando un tasso d’irregolarità del 7% (come quello riscontrato nel 2011).

Tags: Lavoro, Disoccupazione, Lavoro Nero, Bracciante



Mettere su un’impresa agricola. Prendere in affitto o comprare i terreni, procurarsi attrezzi e macchinari, ottenere licenze, ingaggiare del personale. E se tutto questo fosse falso? Se terreni, attrezzi, macchinari, licenze e personale esistessero, ma non venissero impiegati di proposito per la produzione agricola? Se i terreni venissero lasciati incolti, gli attrezzi a impolverarsi, le licenze chiuse in un cassetto e il personale a casa?
È proprio questo il punto: il personale non è veramente tale, perché frutto di assunzioni fittizie. Ciononostante, gli basta versare una certa quantità di contributi all’Inps per ottenere le indennità di disoccupazione e di malattia previste per il settore agricolo. Una truffa in grande stile, insomma. Una truffa che ogni anno costa all’Istituto milioni di euro. (continua)

Articolo pubblicato il 11 aprile 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus