Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Contratto ad hoc: una soluzione per la pulizia della scogliera
di Desirée Miranda



CATANIA - La pulizia della scogliera sembra aver scatenato un teatro delle Competenze. In realtà la ompetenza è proprio del Comune, che in accordo con la Capitaneria di Porto dovrebbe rendere puliti gli scogli del lungomare e le spiagge libere della plaia. Il problema, a dire il vero, non è di competenze, ma di contratto, come ci spiega Luciana Giarrusso, funzionario dell’area “Gestione coste e mare” del Comune. “Nel contratto che le ditte di servizi ecologici offrono, non è inclusa la pulizia della scogliera, solo quella urbana. – ha detto – Si dovrebbe stipulare un contratto ad hoc per questo servizio”. Il problema, quindi, come sempre, verrebbe da dire, sono i soldi, o meglio, è proprio l'assenza di denaro.
Il Comune etneo, infatti, annaspa tra i debiti, se poi a tutto questo si aggiunge l’incuria dei cittadini che lasciano i propri rifiuti dappertutto si aggiunge sporco alla sporco, con buona pace di turisti e no.
 

Articolo pubblicato il 25 luglio 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Catania - Lungomare della “vergogna -
    Il luogo che dovrebbe essere centro di grande attrazione turistica è in realtà abbandonato al degrado. L’assessore all’Ecologia Domenico Mignemi: “Facciamo quello che possiamo”
    (25 luglio 2009)
  • Contratto ad hoc: una soluzione per la pulizia della scogliera - (25 luglio 2009)


comments powered by Disqus