Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Fondi Ue, l’assessorato all’Agricoltura in questo momento è il più attivo
di Giuseppe Bellia

Dopo uno stentato avvio, il Programma di sviluppo rurale affretta i tempi grazie alla pubblicazione di diversi bandi. Nella Gazzetta ufficiale della Regione l’ultima opportunità sulla qualità alimentare, domande da oggi

Tags: Agricoltura



PALERMO –  L’assessorato regionale all’Agricoltura è il più attivo sul fronte dei fondi europei, almeno nel primo scorcio del periodo di sette anni che scadrà nel 2013. Un altro bando del programma di sviluppo rurale è stato, infatti, pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 17 luglio.
La domanda d’adesione “Partecipazione degli agricoltori ai sistemi di qualità alimentare” riguarda la misura 132 del Piano di sviluppo rurale e prevede una copertura finanziaria complessiva di 13 milioni di euro. Il sostegno è concesso sotto forma di contributo in conto capitale e l’importo massimo concedibile è pari a € 3.000,00 per anno e per azienda, anche nel caso in cui il beneficiario partecipi a più sistemi di qualità. Il contributo erogabile è pari al 100% dei costi ammissibili, per un periodo massimo di 5 anni.
Tre le categorie di prodotto che fanno parte dell’elenco dei sistemi di qualità riconosciuti. 1) Prodotti ottenuti con metodo biologico ai sensi dei regolamenti Cee n. 2092/91 e Ce n. 834/07 e destinati al consumo umano. 2) Prodotti Dop e Igp riconosciuti ai sensi del regolamento Ce n. 510/2006: formaggi, olio d’oliva, ortofrutticoli e trasformati. 3) I vini, Docg, Doc e Igt, riconosciuti ai sensi del Regolamento Ce n. 1493/99.
Il bando, a firma della dirigente generale del dipartimento regionale Interventi strutturali, Rosa Barresi, si espleta, attraverso il meccanismo procedurale dello “stop and go”, cioè conclusa una fase del bando, se ne succede un’altra. Infatti, sono previste più sottofasi, scandite dai termini improrogabili dettate dallo stesso bando: la prima, dal 25 luglio 2009 (oggi) al 30 settembre 2009; la seconda, dall’1 gennaio 2010 al 30 aprile 2010; la terza dall'1 gennaio 2011 al 30 aprile 2011; l’ultima, dall'1 gennaio 2012 al 30 aprile 2012.
Per quanto riguarda tempi, termini e modalità di presentazione delle domande, gli imprenditori agricoli richiedenti, dovranno presentare le domanda in due modalità: una on line, l’altra cartacea.
La documentazione da allegare consta in tre parti: quella generale, quella comune e quella specifica. Innanzitutto, occorrerà sottoscrivere la partecipazione alla misura del bando per mezzo tecnologico, attraverso il sistema informatico Sian. Successivamente, la domanda in forma cartacea, completa della documentazione prevista dovrà pervenire entro 15 giorni dalla presentazione on-line, all'assessorato dell'Agricoltura e delle Foreste.
Per quanto concerne la dicitura, nella parte esterna della busta si dovrà riportare la seguente dicitura: Psr Sicilia 2007/2013 misura 132 “Partecipazione degli agricoltori ai sistemi di qualità alimentare” - sottofase n. 1.
Dopo la fase di valutazione delle domande e assegnazione dei punteggi, se si è riconosciuti fra i beneficiari, occorre presentare per il quinquennio d’impegno una sola domanda annua di pagamento, nel trimestre prescelto rispettivamente entro il 31 marzo, 30 giugno, 30 settembre e 31 dicembre di ogni anno, secondo la stagionalità della produzione certificata.
Maggiori informazioni per i partecipanti al presente bando  sono disponibili nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana del 17 luglio scorso e nel sito istituzionale dei bandi del Piano di sviluppo rurale (www.Psrsicilia.it) e sul portale dell’assessorato Agricoltura e Foreste.

Articolo pubblicato il 25 luglio 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus