Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Unificazione Alitalia-Wind Jet, è allarme per i prezzi dei voli
di Giuliana Gambuzza

Niente accordo con Blue Panorama, mentre la compagnia di Pulvirenti dice sì alla fusione: decide l’Antitrust. Cresce la preoccupazione dei cittadini, si riscontrano già i primi aumenti

Tags: Aeroporto, Alitalia, Windjet, Blu Panorama, Concorrenza



PALERMO - Niente da fare, l’acquisizione di Blue Panorama da parte di Alitalia non decolla. C’è un nuovo colpo di scena: tra le due compagnie non è stato raggiunto alcun accordo vincolante entro il 31 marzo, la scadenza che era stata fissata dal protocollo d’intesa del 25 gennaio.

Va in porto invece la trattativa con Wind Jet, con cui era stato siglato un precontratto analogo sempre a fine gennaio. Il sì dell’azienda catanese è stato salutato dal vettore principale come il trampolino di lancio verso il low cost, al quale intende accostarsi grazie all’acquisizione delle competenze che Wind Jet ha maturato nel settore in nove anni di esperienza, oltre che dei 12 Airbus in sua dotazione. E oltre che, naturalmente, dei quasi 3 milioni di utenti che ha trasportato nel 2011.

Accaparrandosi i 2,8 milioni di clienti di Wind Jet, la compagnia di bandiera, che l’anno passato ha staccato 25 milioni di biglietti, arriverà a sfiorare il volume dei passeggeri della collega Ryanair. Certo, non avrebbero fatto male i 2 milioni di Blue Panorama, ma è pur sempre un risultato importante.

Almeno per quanto riguarda le tasche di Alitalia. È allarme invece per quelle dei consumatori. La conferma indiretta arriva da Blue Panorama che, in occasione dell’annuncio di questi giorni, ha ammesso di “aver ricevuto numerose sollecitazioni nei mesi scorsi per salvaguardare la pluralità delle compagnie che su vari collegamenti ha sinora garantito maggiore possibilità di scelta per l’utenza, aeroporti e clienti, sia per numero di voli sia per competitività nei prezzi”.

Ecco i due tasti dolenti: quantità e tariffe delle tratte. In particolare, preoccupano l’A/R Catania-Roma e Palermo-Roma, dove rimarrebbe soltanto Blue Panorama a fare concorrenza ad Alitalia, con l’aggiunta di easyJet nell’aeroporto del capoluogo.
Questi voli faranno la fine del Palermo-Napoli, coperto dalla sola Alitalia (dopo che Air Italy è confluita in Meridiana) con una spesa di oltre 250€? Probabile, visto che la differenza economica tra l’offerta delle due società in affari si tocca con mano.
Dalla nostra simulazione d’acquisto, effettuata il 16 aprile sui rispettivi siti web, è emerso che per un volo A/R Catania-Roma, in partenza il 19 e di ritorno il 20, si devono sborsare 125€ con Wind Jet, che salgono a 175€ se si sceglie Alitalia.
Stesso discorso per il Palermo-Roma, che ha un prezzo di 115€ con la prima e di 150€ con la seconda.

Sul tavolo dell’Antitrust non è ancora arrivata nessuna istanza di autorizzazione. Ma che la richiesta verrà valutata in modo più che mai rigoroso si legge tra le righe del comunicato stampa diramato in occasione del pronunciamento dell’Authority circa il monopolio di Alitalia sul Linate-Fiumicino. “Relativamente alle rotte da/per Milano verso Bari, Brindisi, Napoli, Palermo e Lamezia Terme, la posizione di Alitalia-CAI ha risentito soprattutto della pressione concorrenziale esercitata da EasyJet, Meridiana e Windjet”. La speranza che non rimarrà inascoltato l’appello dell’associazione Veroconsumo, che il 29 febbraio scorso aveva inviato un esposto alla sede di Piazza Verdi, è dunque concreta.
 

 
SOS dei passeggeri: già cominciati gli aumenti delle tariffe
 
È ressa agli sportelli di più associazioni dei consumatori per segnalare i possibili pericoli a cui andrebbero incontro i siciliani dopo la fusione definitiva di Alitalia e Wind Jet. Soprattutto in un momento in cui la benzina sfiora i 2€ al litro, i pedaggi autostradali si impennano e i trasporti ferroviari verso il Nord Italia sono ridotti all’osso. Parlando di euro, il timore sembra non riguardare esclusivamente il futuro: alcuni utenti, infatti, lamentano già un aumento dei costi. In effetti, ipotizzando di acquistare dei biglietti, come ha fatto il QdS, è risultato innanzitutto che per volare con Wind Jet si pagano “solo” 50€ in meno che con la (ex?) rivale – un taglio del 28% – mentre la spesa era del 40% in meno a metà febbraio, quando avevamo realizzato una simulazione con gli stessi percorsi. Considerando i prezzi, poi, si registra un incremento rispetto a quelli di appena due mesi fa: a febbraio bastavano 80€ per il Palermo-Roma targato Wind Jet, ad aprile ce ne vogliono 35 in più. E che dire del Catania-Roma, lievitato di ben 40€ se si viaggia a bordo di un aereo Alitalia? Insomma, l’impressione è che le tariffe delle due compagnie si stiano avvicinando e che la concorrenza continui sì, ma soltanto al rialzo.

Articolo pubblicato il 19 aprile 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus