Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Nella ricerca del prodotto light leggere attentamente l’etichetta
di Margherita Montalto

Il Regolamento Ue 1169/2011 indica le quantità massima degli ingredienti

Tags: Etichette



CATANIA - Non lasciarsi ingannare dai prodotti con dicitura “light”. Light:Vero o falso? Sappiamo bene che per la “linea” occorre sapere cosa si ingerisce per ottenerla. Consigliamo di “Leggere sempre bene l’etichetta punto di riferimento per avere le informazioni sul prodotto”. Leggero/light è ciò che spesso ricerchiamo nei banchi dei supermercati. I prodotti light non debbono essere sostituiti ai prodotti dietetici.

L’indicazione del prodotto “leggero” o “light” e ogni altra indicazione, che abbia per il consumatore lo stesso significato, è soggetta “alle stesse condizioni fissate per il termine “ridotto”. Le normative europee, fra cui il Regolamento (UE) 1169/2011, sono molto chiare in proposito per la tutela del consumatore e affinchè esso ne prenda atto.

“L'indicazione della quantità dell’ingrediente è obbligatoria così come sono indispensabili le indicazioni nutrizionali ovvero quelle che affermano o suggeriscono che un certo alimento ha proprietà nutrizionali benefiche, tipo “povero di grassi”, “senza zuccheri aggiunti”, “ricco di fibre”, etc. Le indicazioni nutrizionali quali: basso contenuto calorico se il prodotto contiene non più di 40 kcal (170 kJ)/100 g per i solidi o più di 20 kcal (80 kJ)/100 ml per i liquidi; a ridotto contenuto calorico se il valore energetico è  ridotto di almeno il 30%, con specificazione delle caratteristiche che provocano una riduzione nel valore energetico totale dell'alimento; senza calorie se il prodotto contiene non più di 4 kcal (17 kJ)/100 ml; a basso contenuto di grassi se il prodotto contiene non più di 3 g di grassi per 100 g per i solidi o 1,5 g di grassi per 100 ml per i liquidi; senza grassi se il prodotto contiene non più di 0,5 g di grassi per 100 g o 100 ml.

Le indicazioni con la dicitura “X% senza grassi” sono tuttavia proibite; a basso contenuto di zuccheri se il prodotto contiene non più di 5 g di zuccheri per 100 g per i solidi o 2,5 g di zuccheri per 100 ml per i liquidi; senza zuccheri se il prodotto contiene non più di 0,5 g di zuccheri per 100 g o 100 ml; a basso contenuto di sodio o sale se il prodotto contiene non più di 0,12 g di sodio, o un valore equivalente di sale, per 100 g o 100 ml; con fibre;  senza fibre; ad alto contenuto di proteine o vitamine e/o minerali se il prodotto contiene almeno due volte il valore di una fonte naturale del nome  delle vitamine o minerali”. Le norme comunitarie si stanno applicando con gradualità. “I prodotti con marchio o denominazione esistente prima del 1/1/2005 possono essere commercializzati fino al 2022”.

Articolo pubblicato il 02 maggio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus