Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Semplificazione amministrativa applicata, anzi “quasi applicata”
di Redazione

Non tutti i Dipartimenti regionali hanno stabilito i tempi dei procedimenti secondo la L.r. 5/11. Manca il regolamento sulla valutazione delle performance dei dipendenti



Tags: Caterina Chinnici



PALERMO - L'assessore regionale per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici, è intervenuta al convegno sullo stato di attuazione della legge regionale sulla semplificazione amministrativa, organizzato dalla facoltà di Giurisprudenza di Palermo. A illustrare la normativa nel suo complesso, a un anno dall'entrata in vigore della legge approvata all’unanimità dal parlamento siciliano, e a proporre una prima riflessione a un nutrito gruppo di studenti l'assessore Chinnici, insieme a tre docenti del dipartimento di diritto pubblico: Maria Immordino (sul tema dei procedimenti amministrativi), Maria Cristina Cavallaro (performance) e Nicola Gullo (trasparenza), e a Giovanna Salvo (Scia e silenzio-assenso), dirigente dell'ufficio di diretta collaborazione dell'assessore.

A fare da filo conduttore della giornata di studio, i temi della efficienza, economicità, trasparenza e certezza del diritto con riferimento, in particolare, all'individuazione di ben definiti iter procedimentali con la relativa fissazione di termini massimi.
"Per la prima volta l'amministrazione regionale - ha spiegato l'assessore Chinnici - ha effettuato una complessa ricognizione di tutti i procedimenti amministrativi di competenza, operando una profonda e completa revisione degli stessi. Sono stati fissati tempi di conclusione certi e contenuti: rispetto alla normativa nazionale, la legge siciliana garantisce livelli di tutela maggiori nei confronti del cittadino e delle imprese visto che il termine massimo di conclusione è 150 giorni rispetto ai 180 dello Stato".
Per quanto riguarda i regolamenti dei dipartimenti regionali per la disciplina dei procedimenti con termine di conclusione superiore a 30 giorni, quasi tutti sono già stati pubblicati sulla Gazzetta ufficiale della Regione.

È in attesa di essere pubblicato sulla Gurs, invece, il regolamento che ridisegna in modo innovativo il ciclo di gestione della performance, adeguandolo al decreto Brunetta, in tema di valutazione dei dipendenti regionali.
"La nuova disciplina - ha concluso l'assessore - mira all'ottimizzazione della produttività, dell'efficienza, della trasparenza e del merito, contenendo al contempo i costi (2 milioni circa), per effetto della soppressione dei 13 Servizi di pianificazione e controllo strategico (Sepicos) cui subentrerà un unico Organismo indipendente di valutazione (Oiv)".

Articolo pubblicato il 16 maggio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus