Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ars: storia infinita dellÂ’archivio
di Giovanna Naccari

“Cerco casa”. All’Ars non bastano i suoi due Palazzi.
Avviso. Sul sito web l’Ars rende noto che “ha la necessità di individuare un immobile (...) da adibire a deposito per archiviazione, movimentazione, consultazione e custodia documenti cartacei”.
Palazzo dei Normanni. I volumi vanno spostati dal “rimessone”, nel cui tetto si è prodotta una fessura longitudinale, oltre a diverse infiltrazioni d’acqua, per cui va ristrutturato

Tags: Archivio, Regione Siciliana, Francesco Cascio



Alla ricerca di un archivio esterno perché il Palazzo reale (Palazzo dei Normanni) deve essere messo in sicurezza. Attualmente l’80 per cento del patrimonio bibliografico dell’Assemblea regionale siciliana è conservato nel cosiddetto “rimessone”, zona anticamente destinata a custodire le carrozze reali, ma sul tetto del rimessone si è prodotta una fessura longitudinale e ci sono infiltrazioni d’acqua.
Dunque un patrimonio bibliografico unico messo a rischio, che non può essere conservato a Palazzo ex Ministeri, acquistato dall’Ars nel 1986, perchè, dopo 26 anni, sono state fatte indagini, consolidate le fondazioni, ma deve essere ora restaurato per poter ospitare la biblioteca. In attesa del bando di gara per l’appalto dei lavori, gli 80 mila volumi dell’Ars devono essere trasferiti. L’importante è che presto ritorneranno nelle dimore di proprietà dell’Ars. (continua)

Articolo pubblicato il 23 maggio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus