Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

L’Ars in cerca di entrate ci riprova col mutuo
di Giovanna Naccari

Commissione Bilancio insieme ad Armao aveva emendato il Ddl “Fondi globali”. Martedì prossimo la discussione del disegno di legge

Tags: Ars, Gaetano Armao, Riccardo Savona, Mario Centorrino



Palermo - Giornata di commozione e riflessione ieri per la politica e le Istituzioni. Tutto il Paese si è fermato in ricordo delle stragi di mafia che il 23 maggio 1992 a Capaci uccisero il magistrato Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, la scorta e, il 19 luglio in via D’Amelio a Palermo, distrussero le vite del giudice Paolo Borsellino e della scorta. Palermo ha commemorato il ventennale non dimenticando Melissa Bassi, la ragazza vittima dell’attentato di Brindisi, avvenuto sabato scorso.

Giacomo Scala, presidente dell’Associazione dei comuni siciliani ha invitato i consigli comunali ad aprirsi alla cittadinanza per affrontare i temi della legalità con iniziative “dall’alto valore educativo e di testimonianza” e ad organizzare celebrazioni in memoria di Falcone e Borsellino.

Ieri tutte le Province italiane hanno ricordato il sacrificio di Falcone. “Abbiamo scelto di farlo nelle scuole, tra i giovani, con le famiglie, con centinaia di iniziative che abbiamo voluto mettere in campo non solo per ricordare - ha detto il presidente dell’Upi, Giuseppe Castiglione - ma per riaffermare tra i ragazzi che la legalità è il valore in cui crediamo e che la lotta a tutte le mafie è il baluardo delle istituzioni”.

Riflessioni e iniziative per l’Ars. “Il ventennale ricade in un momento particolare per il nostro Paese, indebolito da una crisi di riferimenti, valori e fiducia nelle istituzioni - ha detto Antonello Cracolici, capogruppo del Pd - Credo che il miglior modo per onorare Falcone e quanti hanno perso la vita nella lotta alla mafia e alla criminalità, sia impegnarsi quotidianamente affinché ogni cittadino ritrovi il pieno senso e rispetto dello Stato, e per far ciò la classe dirigente deve essere da esempio”.
Lillo Speziale, presidente della commissione regionale Antimafia, ha ricordato Falcone come “straordinario punto di riferimento per chi vuole lavorare e impegnarsi per una Sicilia forte e libera da ogni condizionamento”.

Il gruppo del Pdl si è recato all’albero Falcone, simbolo dell’antimafia. Ha detto il presidente Innocenzo Leontini: “Oggi ricordiamo e celebriamo persone che hanno messo al primo posto nella loro vita la tutela della comunità e dello Stato contro la guerra delle mafie e mettendo in gioco proprio la loro stessa vita”.

Martedì notte intanto l’Ars ha approvato una manovra da 300 milioni di euro che consentirà di erogare risorse per i teatri, i forestali, i comuni, i dipendenti Eas ed enti della cosiddetta tabella H. Somme da recuperare attraverso un mutuo da 140 milioni di euro e con i tagli che riguardano i contributi al buono scuola e la partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie. L’assessore all’Istruzione, Mario Centorrino ha assicurato che è intenzione del governo regionale ripristinare, non appena possibile, i fondi del buono scuola.

Per Riccardo Savona, presidente della commissione Bilancio dell’Ars: “è senz’altro una manovra mirata, equilibrata da maggiori entrate provenienti dai canoni di concessione dei beni immobili appartenenti al demanio forestale, e con cui si interviene su specifici interventi aventi carattere d’urgenza”.

La Commissione, in sinergia con l’assessore all’Economia Gaetano Armao, martedì aveva approvato l’emendamento di riscrittura del ddl ‘Determinazione dei Fondi globali’  in cui erano state apportate variazioni su alcune voci di spesa del bilancio 2012.

I lavori d'Aula sono stati rinviati a martedì prossimo con il seguito della discussione del disegno di legge "Norme in materia di entrata. Finanziamento di leggi di spesa."  Intanto la politica, impegnata nelle prossime elezioni regionali, pensa alla corsa alla presidenza della Regione. Dopo l’autocandidatura di Gianfranco Micciché (Grande Sud), il coordinatore regionale di Fli, Carmelo Brigulio ha lanciato Fabio Granata. E il  movimento Sicilia Vera, guidato dal parlamentare Cateno De Luca, domani riunisce il comitato federale per avanzare la sua proposta.

Articolo pubblicato il 24 maggio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Gaetano Armao, assessore allEconomia Regione siciliana
Gaetano Armao, assessore allEconomia Regione siciliana