Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

La Mafia bianca uccide le imprese
di Luca Mangogna

Economia. La burocrazia lumaca imbriglia le imprese.
Ostruzionismo. Una pratica per l’apertura di un impianto fotovoltaico superiore a un Megawatt deve passare da 45 uffici per avere altrettante autorizzazioni e in molti casi riceve pure ostruzionismo da parte della Pa.
Imprenditori in fuga. Fra i casi più clamorosi vi è quello della General Electric che, dopo aver selezionato dipendenti direttamente dall’Uni Ct, è fuggita in Toscana a causa dei paletti della burocrazia siciliana.

Tags: Mafia, Imprese, Sviluppo, Economia



PALERMO – Un sistema radicato di incompetenza e malafede atto a ostruire lo sviluppo dell'economia e dell'imprenditoria in Sicilia. È quello dell'apparato burocratico dell'Isola che si è meritato l'appellativo di “mafia bianca”. Le associazioni dei giovani industriali hanno denunciato e continuano a denunciare questo sistema di malaburocrazia che è costato in Sicilia, secondo le ultime rivelazioni dell'apposito centro studi, ben cinque punti al già asfittico Pil della nostra regione. Per contrastare questo metodo che scoraggia lo sviluppo, Confindustria ha risposto con l'iniziativa che ha preso il nome di “Addio Burocrazia”, nata nel settembre del 2009 con l'obiettivo primario di denunciare e abbattere lo scoglio della burocrazia che si frappone nello sviluppo delle imprese. (continua)

Articolo pubblicato il 31 maggio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐