Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

 
East Coast di Carmelo Lazzaro Danzuso
il blog sulla Sicilia Orientale


Ott
01
2009

Catania, al Comune il tempo scorre diversamente


Uscire dall'azienda privata per immergersi nella vita di un ente pubblico. Lo spirito è questo. Il luogo è Palazzo degli Elefanti, la sede del Comune di Catania. L'occasione è quella di alcune interviste ai vertici istituzionali. L'aria che si respira non è molto incoraggiante. In alcuni momenti è persino disarmante.

I 140 milioni di euro tanto attesi? "Continuiamo ad attenderli", ci dicono, e se l'attesa si farà troppo lunga, "rischiamo di non farcela più". È una preoccupazione prudente, quella di chi da un anno attende che vengano effettivamente accreditati questi fondi stanziati da Berlusconi per sanare le casse comunali. Ma dei soldi, ancora, neanche l’ombra.

Così come non c'è ombra di piano organizzativo, di piani di rientro finanziari per i fornitori creditori e indebitati, di controllo di gestione, di informatizzazione, di costi standard dei servizi. Sembra che stiamo venendo da Marte, quando proponiamo questi argomenti ai nostri interlocutori. Che sono gentilissimi, certo, ma in molti casi devono allargare le braccia. Perché qui siamo all'anno zero, finora tutti hanno lavorato "navigando a vista", senza obiettivi, senza risultati, senza valutazioni. Una macchina amministrativa gestita per non produrre nulla. I risultati sono sotto gli occhi di tutti i cittadini.

Anche se adesso di passi se ne stanno facendo tanti, bisognerà attendere ancora molto prima di invertire la rotta. Noi ce lo auguriamo, facciamo il tifo per quei dirigenti seri e impegnati e per i dipendenti che credono nel proprio lavoro, e speriamo un giorno di non dover più vedere impiegati che fumano nei corridoi, uffici fatiscenti, servizi che non funzionano, e quell'atmosfera rilassata, per cui tutto sembra dire: "Qui non suda nessuno".


comments powered by Disqus