Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
 
Palluniblog di I. Vasari e P. Penna
il blog sullo sport siciliano


Giu
06
2011

Risultati ultimo weekend Franchigia Siciliana


Weekend dai due volti per le squadre della Franchigia Siciliana. Mietono ancora successi e consensi le ragazze delle Wild Think Catania Softball, esordienti nel campionato di serie B. Nel weekend appena trascorso la squadra di softball catanese è riuscita a battere in trasferta le temibili avversarie del Reggio Calabria, terze in classifica, aggiudicandosi la vittoria anche nella prima giornata del girone di ritorno per 15-1 al quinto inning (le etnee aveva già battute le avversari all’andata per 10-2).
 
Mai sconfitte in questo torneo, le ragazze di Consiglio continuano la loro cavalcata vincente verso il primo posto del girone. “Siamo tutti molto contenti e soddisfatti. – ha sottolineato il Manager Maurizio Imperio – Le ragazze hanno giocato molto bene, dimostrando di essere molto cresciute anche in attacco e di saper chiudere in modo prepotente il match. La partita ha dimostrato che abbiamo preparato bene l’incontro: duro ostacolo per noi, superato brillantemente. Adesso dobbiamo restare concentrati, per continuare il nostro percorso e consolidare il primato”.
 
In serie C, girone Q, il Catania Warriors, costretto ad una difficile trasferta con soli novi uomini “si è arreso ad un non irresistibile Reggio Calabria”. Nella sesta giornata d’andata, i nero arancio sono stati sconfitti per 13 – 6. Senza lanciatori, con il solo Novara di ruolo, Consiglio è stato costretto ad alternate sul monte Astuto e Bonfiglio. Rabbia e rammarico in casa etnea, per la quarta vittoria consecutiva sfumata. “Siamo molto arrabbiati, - ha detto il coach Walter Nicastro – Non si può perdere in questo modo una partita sicuramente alla nostra portata. Tutti dobbiamo sacrificarci per far crescere i nostri giovani e migliorare il nostro gioco corale, se no alla fine i risultati sono questi. Oggi qualcuno non ha dato le risposte che ci aspettavamo. Vogliamo tanto questo ricambio generazionale, ma i primi a doverci impegnare e a dover dare il buon esempio dobbiamo essere noi vecchietti, con qualche anno d’esperienza in più sulle spalle …”


comments powered by Disqus
´╗┐