Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
E-cologia di Antonio Casa
il blog sull'ambiente e il consumo


Dic
19
2011

Se il fannullone protesta: "Datemi lo stipendio ma fatemi lavorare”


La notizia: un dipendente in servizio all’Ispettorato forestale di Enna, Sebastiano Messina, 54 anni, martedì scorso si è incatenato a un palo elettrico davanti palazzo d’Orleans, sede della Presidente della Regione siciliana. La stessa da cui il signor Messina riceve regolarmente lo stipendio. Tuttavia, rivela egli stesso, da un po’ di tempo non lavora.
 
Ai passanti incuriositi il dipendente regionale ha mostrato un cartello con scritto: "Protesta di un dipendente regionale di ruolo costretto fannullone dai dirigenti del Corpo forestale".
 
Il “fannullone” con lo stipendio ha racconta che da circa un anno non svolge più alcuna attività non avendo incarico. "Ho chiesto spiegazioni al mio dirigente - dice - ho presentato anche un esposto in Procura, a niente. Percepisco lo stipendio ma voglio lavorare per meritarlo. Con il mio gesto porto avanti una azione di protesta costruttiva per sensibilizzare le istituzioni e avere  restituita la dignità di lavoratore".
 
Molti disoccupati, soprattutto quelli messi a forza fuori dal mercato del lavoro, leggeranno con un po’ di invidia. Non troppo, sia chiaro. Il lavoro è innanzitutto dignità, come afferma Messina. Il quale, con il suo gesto eclatante, ha sfatato il mito dei dipendenti regionali che vanno al lavoro solamente per ricevere compensi medi superiori al 30% di quelli statali e che vanno in pensione con molti anni di anticipo e con assegno quasi pieno per accudire un parente malato, grazie alla modifica della legge nazionale 104/92. In tal caso bastano 25 anni di contributi per gli uomini e 20 per le donne.
 
Non so se qualcuno dei 18 mila dipendenti regionali di ruolo siciliani abbia ringraziato Sebastiano Messina. Nel caso aggiungo la mia firma.   


comments powered by Disqus
´╗┐