Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia

 
Isola Telematica di Benedetto Motisi
il blog sull'ICT e il Web siciliano


Dic
13
2010

Wikileaks, la Rete si impone. Comunque vada.


E' passata qualche settimana dall'inizio del ciclone Wikileaks. Il sito di Julian Assange e la sua ciurma di pirati informatici ha dato uno scossone alle diplomazie internazionali pubblicando dispacci privatissimi delle ambascerie americane.
 
I media tradizionali, un po' per fare audience, un po' per dare al popolo quel che gli è più digeribile hanno parlato unicamente del lato più "gossipparo" delle rivelazioni fatte da Wikileaks. Ma fossero state solo chiacchiere da parrucchiere, quelle che giravano negli uffici delle ambasciate di mezzo mondo, Julian Assange non si sarebbe ritrovato al centro di un successivo intrigo internazionale che dalla Svezia all'Australia ha rappresentato un caso nel caso.
 
Ma al di là delle vicissitudini personali del leader di Wikileaks (il quale ha dichiarato, fra l'altro, che comunque vada a lui personalmente, ci sono altri pirati pronti a sconvolgere ancora una volta il mondo), e delle conseguenze di "realpolitik" delle rivelazioni, va da sè una nota, la cui paternità, va detto, è del buon Luca Nicotra di Agorà Digitale.
 
Ovvero, mai come adesso la forza che può portare il Web è stata messa così in mostra: la forza della trasparenza.
 
Legittima domanda: nel microcosmo siciliano, quali potrebbero essere le conseguenze sulle istituzioni di un big bang come Wikileaks?


comments powered by Disqus