Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

 
Bios kai ethos di Margherita Montalto
il blog sulla bioetica


Apr
16
2012

Nemo profeta in patria


Pensate ad un auto che non può sterzare: un passante non è scansato e viene ucciso. Sterzare comporta al conducente di non essere condannato per omicidio colposo e al passante di avere la vita salva. Così è nella vita se si decide o non per il Mai.
Ma si sa, “nemo profeta in patria”. Nessuno in patria è compreso. Denunciare queste “malformazioni”, che purtroppo invalidano non solo la propria vita, ma anche quella degli altri, è un riflettere necessario. Diversamente è vigliaccheria e ipocrisia.
 
Prendiamo in giro noi stessi e illudiamo chi ci sta accanto. Il prezzo del mai e poi mai è pesante, e la qualità della vita, per la quale ci dibattiamo, affermando che per noi vogliamo il meglio, che non vogliamo tensioni, che vogliamo stare bene, che puntiamo sul benessere, si aliena. E siamo noi stessi puntando i piedi che ce la roviniamo. Rinunciamo alla visione di altri orizzonti, più liberi, più aperti ma soprattutto ci liberiamo da quelle catene di un “mai” che non ci fa crescere, liberarsi dalla zavorra che non fa volare.
Tutto è preconfezionato. Tutto è impacchettato solo perché “non voglio capire che si persiste nell’errore dell’assoluto”, appunto come i bambini. I bambini però hanno un’attenuante e sono giustificati dall’inesperienza, ma agli adulti ciò non può essere concesso.


comments powered by Disqus