Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

I "mille" per vegliare sul G7 Pari Opportunità di Taormina

TAORMINA (ME) - Mille persone, tra appartenenti alle forze dell'ordine e militari, veglieranno sulla sicurezza di Taormina affinché il G7 Pari opportunità di domani e dopodomani si svolga a 'citta' aperta'. "Non sono state individuate, ad esempio - spiega il questore di Messina, Mario Finocchiaro - zone rosse o restrizioni ai residenti: è stato imposto, invece, solo qualche divieto di sosta o transito. In ogni caso tutto è stato realizzato in modo tale che l'appuntamento internazionale si svolga nel massimo della sicurezza per i partecipanti".
Da oggi sono attivi i dispositivi di sicurezza, condivisi a livello provinciale nelle Riunioni Tecniche di Coordinamento in prefettura e compendiati nella specifica ordinanza del Questore di Messina. Servizi che sono calibrati per garantire la sicurezza del vertice, consentendo al contempo la totale fruizione di Taormina a cittadini e turisti.
In campo tutte le Forze di Polizia, i Vigili del Fuoco, la Polizia metropolitana, le Polizie Locali, il Corpo Forestale della Regione Siciliana, nonché, per il dispositivo a mare, la Capitaneria di Porto in stretto raccordo con il Reparto Aeronavale della Guardia di Finanza. Impiegate anche le unità specializzate antiterrorismo della Polizia di Stato e dei Carabinieri accanto ad artificieri, cinofili e tiratori scelti. In tutto un "piccolo esercito" di quasi mille persone. 
14 novembre 2017
News
Sicilia 24 ore
Dall'Italia
Il mondo con un click

Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Giustizia
Lavoro
Politica
Sanità
Sindacati
Società
Sport
Trasporti
Turismo
Università