Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Antonio Boschetti, preside Istituto M. Bartolo di Pachino

di Desirée Miranda

Offerta arricchita da progetti Ue



PACHINO - Antonio Boschetti è il preside dell’istituto Michelangelo Bartolo di Pachino che, come capita spesso nei piccoli centri, conta diversi indirizzi in due sedi: in una ci sono il liceo classico, scientifico, scienze applicate e scienze umane; nell’altra l’istituto tecnico meccanico, elettronico e nautico.
 
Gli studenti sono 975, di cui un centinaio frequentano i corsi serali dell’istituto tecnico. Sono studenti quasi esclusivamente di Portopalo e Pachino e se i i primi, un’ottantina, hanno a disposizione un servizio pullman istituito dal Comune, i secondi arrivano a scuola soprattutto con mezzi propri, in particolare motorini, che posteggiano nel piazzale dell’istituto. Una scelta quasi obbligata dal momento in cui i mezzi pubblici non ci sono.
 
Secondo quanto riferisce il preside, l’Istituto non soffre molto l’abbandono scolastico, anzi gode di una buona fidelizzazione. Tanti i progetti europei (Pon e Erasmus) tramite cui gli studenti arricchiscono la loro offerta formativa. Un lavoro a cui si dedicano diversi docenti dell’istituto. Non solo. La scuola è sede di finali del centro sud per le gare di robotica educatica fatta dalla Lego Legue e “abbiamo fatto un accordo con il Comune per getire una sezione del cinema di frontiera di Marzamemi: un concorso nazionale di corti sull'immigrazione riservato alle scuole”, aggiunge. Dal punto di vista struturale “gli edifici non sono messi male, ma non sono il massimo”, dice. Rientrano nella media degli edifici scolastici siciliani per cui la sede centrale ha la documentazione antisismica, mentre l’altra no.

Articolo pubblicato il 05 dicembre 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus