Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia

Vini siciliani alla Fiera Prowein di Dusseldorf

Sono trentasei le aziende isolane che, con l'Istituto regionale del Vino e dell'Olio, saranno presenti all'appuntamento tedesco con a disposizione un'area di oltre trecento metri quadrati



Sono trentasei le aziende siciliane che, insieme con l'Istituto regionale del Vino e dell'Olio, saranno presenti al Prowein, in programma a Dusseldorf in Germania dal 17 al 19 marzo.
 
L'Irvos, che da oltre due decenni rappresenta una fetta consistente della produzione siciliana alla più grande realtà espositiva nel panorama delle attività fieristiche a livello Mondiale, avrà a disposizione un'area di 305 metri quadrati all'interno della quale saranno presenti le aziende siciliane, suddivise in due raggruppamenti di Associazioni, Assovini e Providi/Vitesi.
 
Le aziende presenti al salone esporranno circa 317 etichette, marchi che ben rappresentano quasi tutto l'universo enologico siciliano, sia dal punto di vista della viticoltura autoctona (Nero d'Avola, Nerello mascalese, Perricone, Insolia, Catarratto, Grillo), che alloctona (Cabernet sauvignon, Chardonnay, Shyrah).
 
Sarà esposta anche tutta la variegata gamma di prodotti di derivazione enologica, da quelli da aperitivo ai prodotti da pasto, al dessert, dai vini cosiddetti da meditazione, alle bollicine.
 
"La partecipazione - ha affermato l'assessore regionale all'Agricoltura Edy Bandiera - a questa importante e qualificata fiera internazionale è motivo di vanto per le aziende siciliane e per il rilancio dell'istituto regionale del vino e dell'olio".
 
"Tutto ciò - ha spiegato - senza alcun aggravio per il bilancio regionale, poiché la partecipazione della collettiva al Prowein, che avrà un costo pari a circa 230 mila euro, sarà finanziata, in quota comunitaria, attraverso la misura 3.2 del Psr Sicilia 2014- 2020".
 
"L'attività fieristica dell'Irvos - ha sottolineato il direttore generale Vincenzo Cusumano - continua, nonostante le difficoltà finanziarie che ha attraverso l'ente riteniamo di averle lasciate alle spalle, grazie all'intervento del Governo e delle istituzioni regionali".

Articolo pubblicato il 15 marzo 2019 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus