Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app


Taormina celebra Van Gogh con un percorso sensoriale

di Redazione

La mostra sarà inaugurata l'11 giugno e potrà essere visitata fino al 17 settembre



TAORMINA (ME) - Taormina ospiterà dal 11 giugno al 17 settembre “Van Gogh Multimedia Experience”, con il patrocinio della Regione siciliana, l’assessorato dei Beni culturali e dell’Identità siciliana e il Comune di Taormina e Taormina G7 - 2017, un’esposizione multisensoriale all’interno della quale lo spettatore si immerge per 60 minuti nel mondo del celebre pittore olandese, vivendo un’esperienza emozionale attraverso un percorso tematico e multisensoriale.

Le opere esposte saranno inserite in oppositi totem a tema con video contenenti le opere raccolte attraverso foto in HD, che descriveranno la vita e le opere realizzate negli ultimi 10 anni della sua breve esistenza che hanno influenzato l’arte moderna. Colonna sonora della mostra saranno le canzoni dedicate a Van Gogh dall’artista Mclean Starry night insieme alla visione multimediale su grandi schermi delle opere da lui realizzate.

Lo scopo della mostra è essenzialmente divulgativo e culturale ed è volta a far conoscere il genio e l’originalità del maestro Vicent Van Gogh analizzando le sue opere in maniera estremamente innovativa dall’incredibile dettaglio creato dall’alta definizione delle immagini.

Anche Cairo Editore sarà presente alla mostra con un importante appuntamento culturale: la presentazione in anteprima nazionale di “Vincent in Love - il lavoro dell’anima” di Giovanna Strano, un romanzo interiore che lega in un rapporto intimo il lettore a Vincent Van Gogh, presentato nella sua intrinseca essenza e personalità, a volte non conosciuta a fondo dal grande pubblico al quale si rivolgono le opere. Il lavoro di elaborazione è stato supportato da ricerche scrupolose, svolte dall’autrice con profondo coinvolgimento anche nei luoghi di Vincent, nei quali si è recata personalmente in un lungo viaggio spazio-temporale ma soprattutto dell’anima: “Il percorso è strabiliante e, dopo tanto peregrinare, riusciamo a comprendere le ragioni più intime del modo di essere, gli intendimenti e la natura dell’esistenza tanto tormentata e turbolenta. L’amore è al centro di ogni pulsione, è passionale e doloroso perché quasi costantemente contrastato ma, più di ogni altra cosa, colpisce l’uomo con il suo incessante inseguimento della verità e della libertà. Dalle riflessioni proposte nessuno di noi ne potrà uscire immutato, dovendo necessariamente riflettere sulle fondamenta del vivere sociale e dell’esistenza".

Giovanna Strano è un dirigente scolastico di un Istituto di istruzione secondaria superiore di Siracusa a elevata complessità organizzativa, comprendente un Liceo artistico, indirizzi professionali e tecnici. È impegnata da molti anni nella formazione di figure apicali e dirigenziali della scuola, collaborando con riviste specializzate nel settore. Amante delle arti, coltiva costantemente i talenti posseduti nell’ambito musicale e nella scrittura creativa, per la quale ha ricevuto numerosi riconoscimenti

Articolo pubblicato il 17 agosto 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus