Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia



L'11 agosto il debutto di Infernu

di Redazione

L'opera di Dante in siciliano nelle Gole dell'Alcantara



MESSINA - Grande curiosità da parte di turisti e visitatori per le prime prove dell’Infernu di Dante in dialetto siciliano nelle Gole dell’Alcantara. Berta Ceglie, regista dello spettacolo che ha debuttato venerdì 11 agosto, con repliche il 12 e il 13, dopo le prove al chiuso ha trasferito la compagnia nel suggestivo scenario delle Gole, dove il lavoro sarà rappresentato in notturna, alla luce di torce e fuochi, con tre spettacoli a sera (ore 20,45, 21,45 e 22,45) per un numero limitato di persone.

Da giorno 11 agosto, per tre sere, gli spettatori saranno condotti a gruppi - si raccomanda di indossare scarpe comode - fino al greto del fiume, dal quale, al termine delle rappresentazioni, della durata di 35 minuti, risaliranno in ascensore. Trattandosi di ingressi limitati, gli organizzatori hanno sottolineato l’importanza di prenotarsi attraverso Box office Sicilia.
La Ceglie è anche protagonista dell’Infernu, nel ruolo di Dante Alighieri, perché, ha detto, intende “rendere la poesia di Dante nella profondità della percezione empatica di una donna”. Gli altri interpreti sono Camillo Sanguedolce, Tecla Guzzardi, Elmo Ler, Antonio Marino e Sebastiano Mancuso. La figura di Virgilio sarà resa in scena dal mimo Rosario Vasile con la voce fuori campo di Giovanni Anzalone.
Infernu è promosso dal Centro cultura mediterranea con il contributo della Regione siciliana, del Comune di Motta Camastra, del Parco fluviale dell'Alcantara, dell’ Associazione albergatori di Taormina e di Videobank.

Articolo pubblicato il 09 agosto 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐