Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia



Catania: Pogliese, "Serve contributo straordinario"

Il sindaco lo chiederà il 14 agosto durante la visita del vicepremier Salvini. Cariolo incaricato del ricorso. I sindacati preoccupati, "A rischio diecimila posti di lavoro"



"Serve che il governo ci venga incontro, valutando che una delle più importanti città d'Italia meriti un intervento straordinario in termini immissione di liquidità per mitigare la situazione di dissesto".
 
In parole povere il sindaco Salvo Pogliese chiede al Governo pentaleghista un contributo straordinario.
 
Lo ha detto ieri sera dopo l'incontro avuto con il vicesindaco Roberto Bonaccorsi, gli altri assessori e la Ragioniere generale, con i rappresentanti dei Sindacati, sul tema della crisi finanziaria. Erano presenti i segretari di Cgil, Giacomo Rota, Cisl, Maurizio Attanasio, Uil, Enza Meli e Ugl Giovanni Musumeci.
 
Pogliese, sottolineando come "dialogo e concertazione" siano "valori fondanti" del proprio agire politico, ha annunciato un ricorso contro la pronuncia di dissesto.
 
"Aabbiamo dato mandato - ha detto - al professor Agatino Cariola, ordinario di diritto costituzionale, giurista di grande livello - ben sapendo tuttavia che l'ordinanza della Corte fotografa una situazione pesantissima".
 
Da qui la richiesta di un contributo straordinario al Governo, da presentare "al Ministro Salvini già il prossimo 14 agosto rappresentando la reale situazione del Comune di Catania per avere la necessaria attenzione dal governo nazionale".
 
In attesa dunque di un miglioramento in seconda lettura dell'emendamento al Milleproroghe, la città, come auspicato dal nostro direttore Carlo Alberto Tregua, deve far quadrato per salvarsi dal dissesto.
 
"E' necessario - ha detto Pogliese - che la città in ogni componente faccia la sua parte, e per quanto riguarda l'Amministrazione agisca con rinnovato rigore agendo in ogni settore per migliorare i livelli di efficacia, a cominciare dai tributi oggi effettivamente riscossi solo al 50%".
 
Pogliese, infine, dopo una precisa richiesta dei rappresentanti delle organizzazioni sindacali, ha annunciato la costituzione di un tavolo permanente di consultazione con le parti sociali.
 
Dopo l'incontro i sindacati, in una nota comune, hanno espresso "la preoccupazione che il dissesto metta a rischio diecimila posti di lavoro tra diretto e indotto".
 

Articolo pubblicato il 09 agosto 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐