Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Diciotti, cento in partenza per Rocca di Papa

Dall'hotspot di Messina giungeranno, dopo un viaggio di dieci ore in pullman, nel centro "Mondo Migliore" gestito dalla cooperativa Auxilium



Cento migranti ospitati nell'hotspot di Messina dopo essere sbarcati a Catania sulla nave Diciotti sono in partenza con pullman verso il centro di accoglienza di Rocca di Papa, vicino Frascati.
 
Giungeranno a destinazione, scortati da pattuglie della Polizia di Stato, dopo un viaggio di dieci ore.
 
Altri 39 sono rimasti nell'hotspot in attesa di essere trasferiti in Albania e Irlanda, nazioni che hanno dato la disponibilità ad accoglierli.
 
Che i cento migranti presi in carico dalla Chiesa sarebbero stati ospitati a Rocca di Papa nel centro di accoglienza "Mondo Migliore" di Rocca di Papa, vicino Frascati, era stato annunciato ieri da Papa Francesco.
 
Dal centro - inaugurato nel 1957 da Pio XII e gestito dalla cooperativa Auxilium - i profughi saranno poi distribuiti nelle tante diocesi italiane che hanno dato disponibilità: Torino, Brescia, Bologna, ma anche Agrigento, Cassano allo Jonio, Rossano Calabro, fa sapere la Cei.
 
"Mi sta commuovendo - ha commentato ieri il presidente della Cei, cardinal Gualtiero Bassetti - il fatto che da tutte le Chiese d'Italia mi giungono telefonate e messaggi di vescovi" per una soluzione che "risponde a criteri umanitari: era scandaloso - aggiunge - assistere senza fare qualcosa per aiutare".
 
Ieri il sindaco di Rocca di Papa, il civico Emanuele Crestini, aveva aperto le braccia ai migranti, mentre sui social alcuni suoi concittadini protestavano con le consuete frasi fatte della propaganda razzista: "non li vogliamo, portano malattie e criminalità".
 
Il primo cittadino, però, ha tirato dritto: "Rocca di Papa è sempre stata pronta ad accogliere e a sostenere coloro che si trovano in difficoltà" ha scritto, e "Mondo Migliore", è "uno dei migliori centri d'accoglienza d'Europa" dove - parola di papa Francesco in persona - i migranti "cominceranno a imparare la lingua e a essere migranti integrati".
 
"Si è creata - ha ricordato il Sindaco - una rete di solidarietà, formata da cittadini e associazioni locali grazie alla quale è stato possibile attivare numerosi progetti di inclusione. Garantiremo, in coordinamento con la Prefettura e la cooperativa, per garantire il massimo controllo sul territorio e per evitare eventuali disagi alla cittadinanza".
 

Articolo pubblicato il 28 agosto 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus