Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Come funziona il sistema di finanziamento
di Redazione

L'indagine della Guardia di Finanza di Palermo riguarda i soli teatri privati

Tags: Teatri, Sicilia, Regione Siciliana, Truffa, Spettacoli Fantasma, Guardia Di Finanza



Le denunce della Guardia di finanza di Palermo, che coinvolgono 72 operatori teatrali in Sicilia, riguardano i contributi regionali del 2008. In quell'anno, e anche il quello successivo, la gestione era in mano all'assessorato Beni culturali; nel 2010 le competenze passarono al Turismo.
 
L’indagine della Gdf riguarda i soli teatri privati: gli stabili e gli enti lirici hanno canali di finanziamento pubblico diversi. L'accesso ai contributi - che nel 2008 ammontavano a circa 2,5 milioni complessivi e nel 2013 si sono ridotti a circa la metà - avviene attraverso un bando pubblico.
 
I partecipanti devono presentare il loro piano di attività, gli eventuali addetti assunti, la diffusione del loro lavoro, anche all'estero, e così via. L'assessorato valuta l'insieme attraverso dei parametri prestabiliti e compila una graduatoria. Agli aventi diritto il contributo viene elargito a consuntivo, dietro presentazione di fatture e pezze d'appoggio, come prevede la legge del 2007 che riforma la materia dei finanziamenti al teatro.
 

Articolo pubblicato il 11 febbraio 2014 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus