Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia

Fluoroedenite, l’Arra dà 2 mln a Biancavilla
di Giuseppe Bellia

Il Comune etneo è da anni al centro dell’attenzione, circa 1.200 le abitazioni sotto osservazione. La somma serve per la bonifica delle vie periferiche risultate contaminate dall’amianto naturale

Tags: Biancavilla, Bonifica



BIANCAVILLA (CT) – Dopo il monitoraggio urbano ed ambientale operato per alcuni anni dal gruppo di lavoro con a capo il docente universitario Federico Vagliasindi, Biancavilla s’appresta al passo operativo successivo, cioè agli interventi di messa in sicurezza all’interno del tessuto urbano (la cava di Monte Calvario lo era già da qualche tempo).
Giunge notizia dall’Agenzia regionale per i rifiuti e le acquee, di due progetti di finanziamento per un valore complessivo di 2 milioni e 115 mila euro. I lavori riguarderanno essenzialmente alcune vie periferiche, sottoposte ancora a rischio fluoroedenite. In un’intervista rilasciata qualche tempo fa al Qds, il chimico Salvatore Sciacca aveva riscontrato la presenza di fluoroedenite in 1200 determinazioni, fra scuole e abitazioni.

Il comune di Biancavilla in una nota, fa sapere la rete urbana che sarà interessata dagli interventi. “Presto alcune vie, esterne ed interne all’area del sito, ancora sterrate o con terreno naturale – si legge nel comunicato - saranno ricoperte d’asfalto in maniera da incapsulare le pericolosissime fibre di fluoroedenite. Strade per lo più bitumate solo per una parte e che attendono da diverso tempo di essere completate: è questo il caso di via Francia, via Cecoslovacchia, via Perù, tutte collocate a nord-ovest del perimetro urbano, ma anche le traverse di via Madonna del Buon Consiglio, delle strade comunali limitrofe al pozzo Merlo, fino alla strada Scirfi, a sud dell’abitato “. Raggiante per il risultato conseguito il primo cittadino della città di Biancavilla.
 “È un grande risultato – ha rivendicato il sindaco Pippo Glorioso - che premia l’impegno della nostra amministrazione e dell’ufficio comunale che ha seguito i progetti. Un grazie va a tutti i soggetti che hanno reso possibile questi finanziamenti a partire dall’Arra, fino ai rappresentanti istituzionali, di ogni livello, che ci hanno accompagnato in questo iter.

Con questi finanziamenti – è questa la cosa più importante - riusciremo a mettere al sicuro diverse arterie sparse su tutto il territorio comunale, zone ancora a rischio”. Il Comune, per bocca dell’assessore alle Politiche Ambientali Nino Benina, sottolinea anche la celerità di risposta con cui le Istituzioni regionali preposte hanno attenzionato il problema fluoroedenite a Biancavilla.  “I finanziamenti dell’Arra – ha evidenziato Benina – sono arrivati con la massima velocità, un importante atto che ci permette di essere incisivi e soprattutto celeri nella definizione di un problema di grande importanza”.

Articolo pubblicato il 29 luglio 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus