Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
Tribunali ed aste
Esecuzione immobiliare n. 64/2015 R.G.E. - Cod. 8616

Tribunale di Siracusa - Ruolo 64/2015
Giudice - Curatore Avv. Giovanna Pizzo

Data asta: 11 ottobre 2017 ore 16:30
Luogo: studio Avv. Giovanna Pizzo in Siracusa Via Unione Sovietica n. 4,

Importo: € 74.000,00 - Rialzo minimo: € 1.000,00
L'Avv. Giovanna Pizzo, delegata ai sensi dell'art. 591 bis c.p.c. rende noto che presso il proprio studio in Siracusa Via Unione Sovietica n. 4, il giorno 11/10/2017 ore 16:30 si terrà la vendita all'asta senza incanto del seguente bene immobile:
Appartamento adibito a civile abitazione sito in Noto (SR) via Silvio Pellico n.16, al piano secondo di un fabbricato a più elevazioni, riportato in catasto dei fabbricati del Comune di Noto al foglio 235 p.lla n. 1018 sub 10, cat A/3 cl. 2 vani 4,5.
Immobile non provvisto di titolo concessorio e di certificazione di agibilità. Prezzo base d’asta, € 74.000,00 decurtato dai costi di regolarizzazione di cui infra e alla perizia di stima; ai sensi e per gli effetti dell’art. 571 c.p.c. l’offerta minima può essere pari al prezzo base ridotto di ¼ e, pertanto, pari ad euro 55.500,00. Offerte in aumento minimo di euro 1.000,00, in caso di gara.

L'immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, così come identificato, descritto e valutato dall'esperto nella relazione di stima.
L’immobile è privo di titolo concessorio, non ancora rilasciato in quanto da integrarsi documentazione e versamenti all’istanza presentata, e non è munito di certificato di agibilità.
I relativi costi di regolarizzazione sono meglio indicati in CTU e il prezzo base è decurtato dagli stessi.
L’immobile è munito di Attestazione di Prestazione Energetica in classe A2.

Ogni offerente, per partecipare dovrà depositare presso lo studio dell'Avv. Giovanna Pizzo, entro le ore 16:00 del giorno antecedente a quello fissato per la vendita in busta chiusa una cauzione pari al 10% del prezzo proposto con assegno circolare non trasferibile intestato all’Avv. Giovanna Pizzo, che sarà trattenuto in caso di inadempimento, nonché un fondo spese del 20 % del prezzo proposto con assegno circolare non trasferibile intestato all’Avv. Giovanna Pizzo che sarà trattenuto per oneri, diritti e spese – fatta salva la restituzione dell’eccedenza-; a pena di inefficacia, dichiarazione in bollo contenente le proprie generalità e, se persona fisica, lo stato civile e, se del caso, lo stato patrimoniale (in caso di comunione legale anche le generalità del coniuge), specificando l’indicazione del prezzo, del tempo e del modo del pagamento ed ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta, oltre a valido documento di identità e codice fiscale ed in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, l’indicazione di quello che abbia l’esclusiva facoltà di formulare offerte in aumento, così come meglio specificato nell’ordinanza di vendita.

La validità e l’efficacia dell’offerta di acquisto è regolata dagli artt. 517 e ss. C.p.c.; se l’offerta è pari o superiore al valore dell’immobile stabilito nell’ordinanza di vendita, la stessa è senz’altro accolta. Se il prezzo offerto è inferiore rispetto al prezzo stabilito nell’ordinanza di vendita in misura non superiore ad ¼ , si potrà far luogo alla vendita ove si ritenga che non vi sia seria possibilità di conseguire un prezzo superiore con una nuova vendita e non siano state presentate istanze di assegnazione ex art. 588 c.p.c. Si applicano le disposizioni degli artt. 573, 574 e 577 c.p.c. L’offerta è irrevocabile e se ne terrà conto anche in caso di mancata presentazione alla gara dell’offerente salvo che venga ordinato l’incanto, se siano decorsi 120 giorni dalla sua presentazione ed essa non sia stata accolta. In caso di più offerte, gli offerenti saranno invitati ad una gara sull’offerta più alta. Se la gara non sarà possibile per mancanza di adesioni, potrà essere disposta la vendita a favore della migliore offerta. Se sono state presentate istanze di assegnazione ex art. 588 cpc ed il prezzo indicato nella migliore offerta o nell’offerta presentata per prima è inferiore al valore dell’immobile indicato nell’ordinanza di vendita, non si farà luogo alla vendita ma si procederà all’assegnazione. Ai fini dell’individuazione della migliore offerta si terrà conto dell’entità del prezzo, delle cauzioni prestate, delle forme, dei modi e dei tempi del pagamento nonché di ogni altro elemento utile indicato nell’offerta stessa. Nel caso di più offerte uguali, la vendita sarà disposta a favore dell’offerta presentata per prima. Se il prezzo offerto all’esito della gara di cui al primo comma è inferiore al valore dell’immobile stabilito nell’ordinanza di vendita, non si farà luogo alla vendita quando sono state presentate istanze di assegnazione ex art. 588 c.p.c.

L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie, trascrizioni e pignoramenti che verranno cancellate a cura del professionista delegato ed a spese dell’aggiudicatario.
Sono poste a carico dell’aggiudicatario la metà del compenso relativo alla fase di trasferimento della proprietà, le spese generali e le spese effettivamente sostenute per l’esecuzione delle formalità di registrazione, trascrizione e voltura catastale, ai sensi dell’art. 2 co. VII D.M. 227/15.

Se l’immobile è occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la liberazione sarà effettuata a cura del custode giudiziario e ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. L’offerente dovrà indicare all’atto della presentazione dell’istanza di partecipazione se intende avvalersi di agevolazioni fiscali rendendo, nel caso, la relativa dichiarazione. Tutte le attività ex art. 571 c.p.c. saranno eseguite dal sottoscritto presso il proprio studio. Il saldo prezzo di aggiudicazione dovrà essere versato al delegato entro 120 giorni decorrenti dalla data di aggiudicazione. In caso di credito fondiario ex art. 41 co. IV d.lgs. n. 385/1993 al versamento sul libretto sarà sostituito il pagamento diretto del prezzo all’Istituto creditore; qualora il prezzo di vendita ecceda il credito fondiario, l’eventuale residuo dovrà essere versato al delegato.
Maggiori informazioni presso il delegato (0931/759465).

Il professionista delegato Avv. Giovanna Pizzo

Data di pubblicazione: 04 agosto 2017
Ricerca

Tipologie di asta
Appartamento
Commerciale
Fabbricato
Fabbricato + Terreno
Fondo rustico
Garage
Industriale
Lastrico solare
Magazzino
Terreno
Villa

´╗┐