Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app
Tribunali ed aste
Esecuzione immobiliare n. 446/2012 R.G.E. - Cod. 8619

Tribunale di Siracusa - Ruolo 446/2012
Giudice - Curatore Avv. Christian Cappuccio

Data asta: 18 ottobre 2017 ore 12:00
Luogo: Tribunale di Siracusa

Importo: € 85.700,00
Il sottoscritto, avv. Christian Cappuccio, professionista delegato, ai sensi dell'art. 591 bis c.p.c, per il compimento delle operazioni di vendita, che avverranno tutte presso il Tribunale di Siracusa; premesso che il G.E. ha disposto procedersi alla vendita degli immobili appresso descritti:
Appartamento sito in Palazzolo Acreide (SR) in via San Sebastiano n. 50, posto al piano terra, primo e secondo, composto da 7,5 vani Catastali, censito al catasto urbano del Comune di Palazzolo Acreide (SR) al foglio 74, mappale 839 e 845 sub 3 (Graffato), Cat A/4, CI. 2, Vani 7,5 R.C. Euro 259,52, (già particelle 839 e 845 sub 2, graffate, a seguito di variazione n. 4059.1/2005 del 16 Giugno 2005 per ampliamento - diversa distribuzione degli spazi interni).
Prezzo base di euro 85.700,00, al netto delle decurtazioni nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, con spese tecniche di regolarizzazione urbanistica e catastale, per euro 2.544,00, interamente a carico dell'acquirente come specificato in perizia. Valore minimo dell'offerta a pena di inefficacia della stessa ex art. 571 c.p.c. € 85.700,00 (ottantacinquemilasettecento euro virgola zero zero).
Gli immobili saranno posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall'esperto nelle relazioni di stima pubblicata, anche in relazione alla legge n. 47 del 1985 ed al testo unico di cui al D.P.R. n. 380 del 2001 e loro successive modificazioni e/o integrazioni, con espresso avvertimento che l'aggiudicatario potrà, ricorrendone i presupposti, avvalersi delle disposizioni di cui all'art. 46, comma 5, del citato testo unico, e di cui all'art. 40, 6° comma, della citata legge 28/2/85 n. 47, con presentazione della domanda di concessione o permesso in sanatoria entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento.
Abitazione non è conforme alla planimetria catastale n. 16/06/2005, infatti è stata chiuso il pozzo luce per ricavare dei servizi più grandi.
L' abitazione risulta un intervento di ristrutturazione non molto recente per come è stata divisa sembra ad uso commerciale tipo uso B/B , infatti ad ogni livello sono stati ricavati i servizi e disimpegni per potere rendere appartamenti indipendenti. Per ciò che concerne i vincoli derivanti da contratti incidenti sulla attitudine edificatoria dello stesso o i vincoli connessi con il suo carattere storico - artistico si precisa che gli immobili di che trattasi ricadono in Zona "A . ( centro storico)
Abuso consìste nella chiusura del pozzo luce.
Nel P.R.G. di l'immobile ricade in zona "A e la destinazione del bene oggetto di stima risulta conforme a quella prevista dallo strumento urbanistico vigente Dalla Certificazione del Comune di Palazzolo (Sr) non risulta nessuna concessione ne autorizzazione edilizia a nome di Giudice Sebastiano.
L'immobile pignorato è sprovvisto di dichiarazione di abitabilità o agibilità. Il rilascio del certificato di abitabilità, atto necessario per la piena fruibilità dell'immobile. Detto immobile, anche relativamente agli impianti elettrici, idrici, sanitari, radiotelevisivi, di riscaldamento, gas e tutti gli altri posti a servizio dell'immobile sopra descritti verranno venduti nello stato di fatto e di diritti in cui questi ultimi oggi si trovano e relativamente ai quali viene espressamente esclusa la garanzia di legge.
Ed inoltre,
- ritenuto che occorre fissare i termini per la presentazione delle offerte di acquisto senza incanto e la data per l'esame delle stesse;
- ritenuto che chiunque, ad eccezione del debitore, è ammesso a presentare offerte per l'acquisto dell'immobile pignorato, personalmente, o a mezzo di procuratore legale e/o speciale anche a norma dell'art. 579, ultimo comma, c.p.c;
-ritenuto che l'offerente deve presentare, presso lo studio del professionista delegato e previo appuntamento telefonico (3402492940), una dichiarazione contenente la domanda di partecipazione, in regola con il bollo, includendovi le proprie generalità e, in caso di persone fisiche, lo stato civile e, se del caso, il regime patrimoniale (in caso di comunione legale dovranno essere indicati anche i dati del coniuge), il recapito telefonico nonché - a pena di inefficacia -l'indicazione del prezzo e del bene o dei beni a cui detta offerta si riferisce, del modo e tempo di pagamento e ogni elemento utile alla valutazione dell'offerta stessa, oltre a copia di valido documento di identità e del codice fiscale e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione nonché gli assegni, in cauzione e/o in acconto prezzo, come di seguito specificati; nel caso di offerta presentata da persone giuridiche dovrà essere anche fornita visura camerale aggiornata a non più di cinque giorni prima del deposito della domanda, nonché atto costitutivo e/o delibere inerenti a comprovare la legittimazione alla partecipazione con esplicazione dei poteri e cariche sociali.
- ritenuto che in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato quello che abbia l'esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento;
- ritenuto che l'offerta (disciplinata dall'art. 571 c.p.c), deve pervenire, a pena di inefficacia, entro le ore 12.00 del giorno precedente la vendita;
- ritenuto che l'offerta deve essere depositata in busta chiusa all'interno della quale vanno inseriti la suddetta dichiarazione nonché una somma, a mezzo di assegni circolari non trasferibili intestati al suddetto professionista, in misura non inferiore al 10% del prezzo proposto, a titolo di cauzione, e non inferiore al 20% del prezzo proposto, a titolo di spese, per ciascun lotto per il quale si intende concorrere. L'importo depositato a titolo di fondo spese sarà trattenuto per oneri, diritti e spese - fatta salva la restituzione dell'eccedenza. All'esterno della detta busta saranno annotati, da parte del professionista delegato o di un suo incaricato, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il Giudice dell'Esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l'esame delle offerte;
- ritenuto che l'offerta non è efficace, altresì, se è inferiore di oltre un quarto al prezzo base d'asta e se l'offerente non presta la cauzione - che sarà trattenuta in caso di inadempimento - come sopra determinata;
- ritenuto che l'offerta è irrevocabile (e di ciò si terrà conto anche in caso di mancata presentazione alla gara dell'offerente) salvo che: 1) venga ordinato l'incanto; 2) siano decorsi 120 giorni dalla sua presentazione ed essa non sia stata accolta;
- ritenuto che, in caso di unico offerente, se l'offerta è pari o superiore al valore
dell'immobile stabilito nell'ordinanza di vendita, la stessa è senz'altro accolta. Se il prezzo offerto è inferiore rispetto al prezzo stabilito nell'ordinanza di vendita in misura non superiore ad un quarto, si può far luogo alla vendita quando debba ritenersi non esservi seria possibilità di conseguire un prezzo superiore con una nuova vendita e non siano state presentate istanze di assegnazione ai sensi dell'art. 588 c.p.c;
- ritenuto che, in caso di più offerte, salvo quanto disposto dal 2° e 4° comma dell'art. 573 c.p.c. in caso di presentazione di istanza di assegnazione, si procederà ad una gara tra gli offerenti sulla base dell'offerta più alta. Se la gara non può avere luogo per mancanza di adesioni degli offerenti, potrà essere disposta - ai sensi dell'art. 573 c.p.c. - la vendita a favore della migliore offerta. Ai fini dell'individuazione della migliore offerta si terrà conto dell'entità del prezzo, delle cauzioni prestate, delle forme, dei modi e dei tempi di pagamento nonché di ogni altro elemento utile indicato nell'offerta stessa. Nell'ipotesi di più offerte uguali, la vendita verrà disposta a favore di colui che l'ha presentata per primo;
- ritenuto che l'aggiudicazione sarà definitiva non essendo soggetta all'aumento del quinto di cui all'art. 584 c.p.c;
- ritenuto che, quanto alla vendita con incanto - che avrà luogo solo se disposta dal Giudice dell'Esecuzione in seguito ad apposito ricorso del professionista delegato ove questi ritenga più probabile che con il sistema dell'incanto possa ricavarsi un prezzo superiore della metà rispetto al valore di stima - chiunque, ad eccezione del debitore, è ammesso a presentare domanda di partecipazione per l'incanto personalmente o a mezzo di mandatario munito di procura speciale;
- ritenuto che anche i procuratori legali possono presentare domanda di partecipazione per persona da nominare, anche a norma dell'art. 579, ultimo comma, c.p.c
Ed ancora,
- ritenuto che l'aggiudicatario, entro il termine di centoventi giorni dalla data di aggiudicazione, a pena di decadenza da quest'ultima e perdita della cauzione,
dovrà versare al professionista delegato il saldo del prezzo, detratta la sola cauzione, a mezzo di assegno bancario circolare non trasferibile intestato allo stesso professionista e, con le stesse modalità, l'eventuale integrazione del deposito per spese nonché - ove necessario - certificato di destinazione urbanistica in corso di validità;
- ritenuto che, qualora il procedimento si basi su credito fondiario, il pagamento sarà effettuato, ex art. 41, comma 4, D. Lgs. 1/9/93 n. 385, direttamente alla banca creditrice che ne faccia istanza entro l'aggiudicazione, nei limiti del credito azionato ed entro il medesimo termine di centoventi giorni dalla data di aggiudicazione;
- ritenuto che l'immobile sarà venduto libero da iscrizioni ipotecarie, pignoramenti ed altre trascrizioni pregiudizievoli che, se esistenti al momento della vendita, verranno cancellate a cura del professionista delegato, che a carico dell'aggiudicatario saranno le imposte relative all'acquisto dell'immobile, le spese del decreto di trasferimento (bolli, registrazione, trascrizione, voltura catastale e comunicazioni alla P.A.) nonché metà del compenso del citato professionista delegato relativo a tali attività e le relative spese generali;
- ritenuto che il professionista delegato effettuerà presso il proprio studio tutte quelle attività che, a norma degli artt. 570 e segg. c.p.c. devono essere compiute in cancelleria o davanti al Giudice, dell'Esecuzione o davanti al cancelliere;
- ritenuto che del presente avviso verrà datapubblicità, almeno 45 giorni prima della scadenza del termine per la presentazione delle offerte, mediante affissione all'Albo del Tribunale, mediante pubblicazione per una sola volta e per estratto sul "Quotidiano di Sicilia" e mediante pubblicazione (in uno all'ordinanza di delega ed alla relazione dell'esperto) sul sito internet www.astegiudiziarie.it;
tutto ciò premesso e ritenuto
FISSA
la data del 18 Ottobre 2017, ore 12:00, presso il Tribunale di Siracusa per l'esame delle offerte di acquisto senza incanto.
Ogni ulteriore informazione potrà essere acquisita presso lo studio del predetto professionista delegato previo appuntamento telefonico (3402492940).

Siracusa lì, 25/07/2017   
II professionista delegato: Avv. Christian Cappuccio

Data di pubblicazione: 09 agosto 2017
Ricerca

Tipologie di asta
Appartamento
Commerciale
Deposito
Fabbricato
Fabbricato + Terreno
Fondo rustico
Garage
Industriale
Laboratorio
Locale
Terreno
Villa

´╗┐