Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia ´┐Ż su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Bandi e avvisi
Provincia di Catania
Comune di Riposto - Alienazione terreno di proprietà comunale, sito in Riposto, contrada Gancia - Cod. 276

Comune di Riposto - Provincia di Catania
Via Archimede n. 125 - Cap 95018
tel. 095 962211 - fax 095 962233
P.IVA 00222970873
 
 
BANDO DI GARA: PUBBLICO INCANTO - PROCEDURA APERTA.
SECONDO ESPERIMENTO
 
1) ENTE: COMUNE DI RIPOSTO (CT) Via Archimede n.125 95018 RIPOSTO P.I. 00222970873
Tel. 095/962211 - Telefax n.095/962233 - sito internet: www.comune.riposto.ct.it e-mail: segretario@comune.riposto.ct.it
PROCEDURA DI GARA: pubblico incanto da esperirsi per mezzo di offerte segrete da confrontarsi con il prezzo posto a base d’asta, ex art. 73 comma 1 lettera c), R.D. 23 maggio 1924, N. 827 e con le modalità di cui ai successivi artt. 76 e 77 medesimo Decreto.
 
2) OGGETTO: alienazione terreno di proprietà comunale, sito in Riposto, contrada Gancia.
 
3) DESCRIZIONE SOMMARIA DELL’IMMOBILE: terreno, prospiciente il mare, sito in Riposto, contrada Gancia, di mq. 103.545, in catasto al foglio di mappa n. 11 e precisamente:
Immobile pervenuto al Comune
 
 
Foglio Particella Superfice
11 217 00.90.12
11 66 00.02.93
11 218 1.00.05
11 39 0.08.16
11 104 1.39.50
11 26 1.11.00
11 161 0.17.28
11 163 0.02.48
11 45 00.68.60
11 219 Unita alla particella 45
11 160 0.10.00
11 162 0.59.00
11 220 Unita alla particella 162
11 49 1.02.03
11 48 0.35.29
11 41 0.47.42
11 44 00.64.72
11 131 01.20.73
11 155 0.51.00
11 166 0.00.24
11 46 00.04.90
 
 
Si specifica che all’interno del lotto esiste una stradella interpoderale (particella n° 40) che divide l’intero lotto in due porzioni e che tale stradella potrà essere destinata a viabilità interna nell’ambito della progettazione del piano di lottizzazione.
 
- Superficie dell’area: mq 103.545;
- Superficie edificabile dell’area mq 102.965;
- Densità territoriale 0,75 mc/mq;
- Area ricadente nella fascia dei 150 metri dalla battigia mq.33.086;
- Differenza mq.70.459;
- Area sulla quale è possibile insediare tutta la cubatura dell’intera superficie territoriale: (102.965-33.086 )= mq 69.879;
- Cubatura max realizzabile mc.77.223,75;
- Altezza max. ml.8,00;
- Area destinata a standard: mq 27 (21+6) per ogni 100 mc., di cui mq.15 per verde, mq.5 per parcheggi e mq.7 per attrezzature di interesse comune;
- Il verde e parte dei parcheggi possono essere realizzati nella fascia dei 150 metri dalla battigia;
- Gli standard sono determinati sulla base della cubatura realizzabile. Tale cubatura non comprende quella destinata ad opere di urbanizzazione secondaria;
- Il terreno può essere utilizzato sulla base di un piano di lottizzazione redatto ai sensi dell’art.15 della legge Reg.n.71/78;
- I volumi realizzabili, riferiti all’intera area, devono essere edificati all’interno della parte dell’area non ricadente nella fascia dei 150 metri dalla battigia.
 
 
4) OFFERTE PARZIALI E VARIANTI: non ammesse.
 
 
5) IMPORTO A BASE DI GARA: € 12.077.850,00 (Euro dodicimilionizerosettantasettemilaottocentocinquanta/00).
 
6) OFFERTA MINIMA: € 12.100.000,00 (Euro dodicimilionicentomila/00).
 
 
7) DOCUMENTAZIONE:
Gli atti di gara sono visionabili presso l’Ufficio Tecnico comunale – Servizio Urbanistica - nei giorni feriali lavorativi dalle ore 10.00 alle ore 12.00. Chi ne abbia interesse può produrne fotocopia a propria cura e spese. Gli stessi sono, altresì, disponibili sul sito internet www.comune.riposto.ct.it.
 
 
8) CAUZIONE PROVVISORIA: € 484.000,00. (Euro quattrocentottantaquattromila/00).
 
 
9) VALIDITA’ OFFERTA:
Le offerte di tutti i concorrenti ammessi sono vincolanti, valide ed irrevocabili, sino alla data di stipula del contratto di alienazione dell’immobile.
 
 
10) TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE:
 
TERMINE: entro le ore 13.00 del 28 aprile 2010
INDIRIZZO: Comune di Riposto, Via Archimede n. 125 CAP 95018 – Riposto.
MODALITA’: secondo quanto previsto al successivo punto n.13.
 
 
11) ESPLETAMENTO DELLA GARA:
Le operazioni di gara avranno luogo presso la Sede Comunale, nell’Aula Consiliare, con inizio alle ore 10:00 del giorno 29 aprile 2010.
La gara sarà espletata da una Commissione presieduta dal Segretario Generale, responsabile delle procedure di gara e di appalto.
Chiunque può presenziare all‘apertura delle offerte.
 
 
12) CONDIZIONI GENERALI:
 
a) l'immobile viene venduto a corpo e non a misura, con tutte le accessioni e pertinenze, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova al momento dell'approvazione del presente bando, con tutte le servitù attive e passive apparenti e non apparenti e con tutti i diritti, obblighi ed oneri, azioni e ragioni. È onere degli interessati acquisire autonomamente tutte le necessarie informazioni sull’immobile oggetto della presente alienazione.
La sottoscrizione della domanda di partecipazione al pubblico incanto implica l'esplicita accettazione della situazione edilizia ed, urbanistica dell'immobile per cui viene presentata l'offerta.
b) l’alienazione dell’immobile avviene a mezzo pubblico incanto, da esperirsi per mezzo di offerte segrete da confrontarsi con il prezzo posto a base d'asta ex art. 73 comma 1 lettera c), R.D. 23 maggio 1924, N. 827 e con le modalità di cui ai successivi artt. 76 e 77 medesimo Decreto.
c) All'aggiudicazione che sarà definitiva ad unico incanto, si procederà anche in presenza di una sola offerta valida, purché pari o superiore all’offerta minima come indicata al precedente punto n. 7.
Qualora ricorra l'ipotesi di offerte uguali, l’aggiudicazione verrà effettuata con le modalità di cui all’art. 77 R.D. n.827/ 1924.
L’offerente alla pari, non presente in sede di gara, non potrà vantare alcun diritto.
d) l'aggiudicazione interverrà in favore dell'offerta economica più vantaggiosa per l'Amministrazione Comunale.
e) Al pubblico incanto può partecipare chiunque vi abbia interesse e risulti in possesso della piena capacità giuridica e di agire. Sono ammesse offerte per procura, da formarsi per atto pubblico o scrittura privata autenticata.
Ai sensi del divieto speciale di comprare di cui all'art. 1471, comma l, n,l), c.c., non possono essere compratori, né direttamente né per interposta persona, gli amministratori del Comune di Riposto, come individuati dall'art. 15 comma 2 L.R. N.30/2000. Non possono, altresì, essere compratori ne direttamente ne per interposta persona i parenti in linea diretta o collaterale entro il 4° grado con detti amministratori.
f) Sono ammesse offerte per persona/e o società da nominare. Si precisa che la nomina dovrà essere formalmente comunicata a questo Comune entro e non oltre il termine di dieci giorni decorrenti dall'aggiudicazione effettuata in sede d'asta, unitamente all'espressa accettazione del nominato, accompagnata da tutta la documentazione richiesta dal bando per gli offerenti. In difetto l'aggiudicazione diverrà definitiva nei confronti dell'offerente.
g) le offerte, a pena di esclusione, devono riguardare l'intero immobile, nessuna parte esclusa.
h) l'aggiudicazione dell’immobile al termine del pubblico incanto avrà carattere provvisorio e diventerà definitiva dopo l'approvazione mediante determinazione da parte del Dirigente, previa verifica della identità degli aggiudicatari e della veridicità delle dichiarazioni rese in sede di gara.
i) Il pagamento del prezzo di acquisto dell’immobile da parte dell'aggiudicatario dovrà avvenire con le seguenti modalità:
 
PRIMA MODALITA’
 
- pagamento immediato di una quota pari al 30% entro e non oltre gg. 30 dalla comunicazione, a cura dell'Amministrazione, dell'approvazione della aggiudicazione da parte del Dirigente responsabile;
- pagamento della somma residua, al netto dei versamenti effettuati in sede di deposito cauzionale, nei 5 gg. precedenti la stipula dell'atto pubblico di cessione, che dovrà essere rogato entroun annodalla comunicazione dell'approvazione dell’aggiudicazione.
 
SECONDA MODALITA’
 
- pagamento immediato di una quota pari al 30% entro e non oltre gg. 30 dalla comunicazione, a cura dell'Amministrazione, dell'approvazione della aggiudicazione da parte del Dirigente responsabile;
- pagamento del 30%, al netto dei versamenti effettuati in sede di deposito cauzionale, nei 5 gg. precedenti la stipula dell'atto pubblico di cessione, che dovrà essere rogato entro un anno dalla comunicazione dell'approvazione della aggiudicazione;
- pagamento della rimanente parte, pari al 40 % entro un anno dalla stipula dell'atto di trasferimento.
 
l) Nella ipotesi di pagamento rateale, l'importo del 40 % del pagamento complessivo deve essere garantito da una fideiussione bancaria rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell'elenco speciale di cui all'art. 107 del D. 19s. 1 settembre 1993 n. 387 con espresso impegno del fideiussione a rilasciare garanzia a copertura della mancata stipulazione del contratto di compravendita per fatto dell'assegnatario ( ivi incluse, a titolo meramente esemplificativo, il venir meno di requisiti soggettivi od oggettivi ). La polizza fideiussoria dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua operatività entro 15 giorni a semplice richiesta scritta del Comune.
m) L'aggiudicatario è autorizzato a presentare nelle more della stipula dell'atto pubblico di trasferimento il progetto per lo strumento attuativo.
n) A carico degli aggiudicatari sono poste tutte le spese notarili, contrattuali, di bollo, di registrazione, di trascrizione, di voltura catastale ed ogni altro onere inerente e pertinente, nonché qualsiasi altra imposta e tassa sia ordinaria che straordinaria, cui l'acquirente fosse tenuto in dipendenza della aggiudicazione, che saranno, senza eccezioni di sorta, a completo ed esclusivo suo carico, senza che lo stesso possa esercitare alcun diritto di rivalsa verso il Comune di Riposto, per patto espresso.
Sono pure a carico dell'aggiudicatario, per patto espresso, le spese di gara, ivi comprese quelle per la Commissione di gara,responsabile del procedimento e suoi collaboratori, nonché di pubblicità del presente e del precedente primo esperimento di gara, solo anticipate dall'Amministrazione comunale. Dette spese dovranno essere versate dall’aggiudicatario nei 5 (cinque) giorni precedenti la stipula dell’atto pubblico di cessione.
 
 
o) OFFERTE PER PROCURA E PER PERSONA DA NOMINARE:
Sono ammesse offerte per procura ed anche per persona da nominare con le modalità previste all’art. 81 del R.D. 23/05/1924 N.827. La procura dev’essere speciale, fatta per atto pubblico, o per scrittura privata con firma autenticata da notaio, e sarà unita al verbale d’asta. Allorchè le offerte sono presentate o fatte a nome di più persone, queste si intendono solidalmente obbligate.
L’offerente per persona da nominare dovrà dichiarare la persona per la quale ha presentato l’offerta e questa dovrà accettare la dichiarazione, o all’atto dell’aggiudicazione firmandone il verbale o, al più tardi, nei 3 (tre) giorni successivi mediante atto pubblico o con firma autenticata da notaio. In mancanza di ciò l’offerente sarà considerato, a tutti gli effetti legali, come vero ed unico aggiudicatario.
Il deposito a garanzia dell’offerta dovrà essere intestato all’offerente.
In ogni caso, comunque, l’offerente per persona da nominare sarà sempre garante solidale della medesima, anche dopo che è stata accettata la dichiarazione.
I depositi eseguiti dall’aggiudicatario rimangono vincolati, nonostante l’offerta sia stata fatta per persona da dichiarare e sia stata fatta ed accettata la dichiarazione.
 
 
 
14) COMMISSIONE DI GARA:
 
L’esperimento di pubblico incanto verrà esperito da una Commissione di gara presieduta dal Segretario Generale, responsabile delle procedure di gara e di appalto. La Commissione di gara verrà nominata con Determinazione sindacale successivamente alla scadenza del termine di presentazione delle offerte segrete.
 
 
15) MODALITA’ DI PRESENTAZIONE E CRITERI DI AMMISSIBILITA’ DELLE OFFERTE:
 
Il plico contenente l’offerta e la documentazione, pena l’esclusione dalla gara, deve pervenire, a mezzo raccomandata del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, ovvero con consegna a mano entro il termine perentorio ed all’indirizzo di cui al precedente punto n. 11, all’ufficio Protocollo Generale, che ne rilascerà apposita ricevuta.
Il plico deve essere sigillato, controfirmato sui lembi di chiusura, e deve recare all’esterno - oltre all’intestazione del mittente e all’indirizzo dello stesso la seguente dicitura: “PUBBLICO INCANTO DEL 29.04.2010, ORE 10.00 PER L’ALIENAZIONE DI TERRENO DI PROPRIETA’ DEL COMUNE DI RIPOSTO SITO IN CONTRADA GANCIA. SECONDO ESPERIMENTO”.
Il recapito tempestivo del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente.
Il plico deve contenere al suo interno due buste, a loro volta sigillate con ceralacca e
controfirmate sui lembi di chiusura, recanti l’intestazione del mittente e la dicitura,
rispettivamente “A - Documentazione” e “B - Offerta economica”.
 
 
NELLA BUSTA “A” DEVONO ESSERE CONTENUTI, A PENA DI ESCLUSIONE, I SEGUENTI DOCUMENTI:
 
1) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE, datata e sottoscritta, corredata da fotocopia di documento di’identità valido del sottoscrittore ancorché non autenticata, nella quale si richiede espressamente di partecipare al pubblico incanto per acquistare il terreno sito nel Comune di Riposto in Contrada Gancia.
La richiesta dovrà contenere i seguenti elementi identificativi:
- PER LE PERSONE FISICHE:
nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, codice fiscale dell’offerente o degli offerenti e, per i coniugati, il regime patrimoniale della famiglia. Inoltre, per le imprese individuali dovrà essere indicato il numero di Partita Iva, il numero di iscrizione nel Registro delle Imprese, il numero di telefono, numero di fax e indirizzo e-mail.
- PER LE PERSONE GIURIDICHE:
ragione sociale, sede legale, codice fiscale/Partita Iva, estremi di iscrizione presso la Camera di Commercio, elementi identificativi del rappresentante legale, il numero di telefono, numero di fax e indirizzo e-mail.
Infine, la richiesta, a pena di esclusione, dovrà contenere espressa dichiarazione di non versare in condizione di incapacità o di divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione.
 
 
 
2) CAUZIONE PROVVISORIA, pari al 4% (QUATTRO %) del prezzo posto a base d'asta, avente, dalla data di presentazione dell’offerta la seguente validità: validità di 180 (centottanta) giorni dalla data di presentazione dell'offerta, costituita alternativamente da versamento in contanti presso la Tesoreria Comunale, oppure da una fideiussione bancaria rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell'elenco speciale di cui all'art. 107 del D.Lgs. 1 settembre 1993 n. 385 con espresso impegno del fidejussore a rilasciare garanzia a copertura della mancata stipulazione del contratto di compravendita per fatto dell'assegnatario (ivi incluse, a titolo meramente esemplificativo, il venir meno di requisiti soggettivi od oggettivi ). La polizza fidejussoria dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua operatività entro 15 giorni a semplice richiesta scritta del Comune.
La cauzione sarà incamerata dal Comune se l'aggiudicatario non ottemperi a quanto espressamente indicato al precedente art 13 lettera i.
In caso di mancata aggiudicazione la cauzione versata, non fruttifera d'interessi, verrà tempestivamente svincolata e restituita ai concorrenti non aggiudicatari.
 
3) CERTIFICATO GENERALE DEL CASELLARIO GIUDIZIALE E CERTIFICATO DEI CARICHI PENDENTI, ciascun in data non anteriore a mesi 6 (sei) da quella fissata per la presente gara.
Se il concorrente è Società Commerciale, il Certificato del Casellario Giudiziale dovrà essere prodotto:
- Per tutti i componenti, se trattasi di Società in nome collettivo;
- Per tutti gli accomandatari, se trattasi di Società in accomandita semplice;
- Per tutti gli amministratori muniti di potere di rappresentanza, per gli altri tipi di Società.
4) LE SOCIETA’ COMMERCIALI O COOPERATIVE E LE DITTE INDIVIDUALI dovranno produrre:
- Certificato d’iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura, (vigenza), di data non anteriore a mesi 6 (sei) rispetto a quella fissata per la gara, dal quale risulti il nome, il cognome, il luogo e la data di nascita del titolare dell’impresa o delle persone designate a rappresentare ed impegnare legalmente la Società, dal certificato dovrà risultare che nei confronti della Società non siano in corso procedure di fallimento, concordato preventivo, liquidazione o amministrazione controllata e se tali procedure si siano verificate nell’ultimo quinquennio.
N.B. Le certificazioni richieste ai punti 3 e 4 possono essere sostituite dalle relative AUTOCERIFICAZIONI ai sensi del D.P.R. n.445/2000, con firma dell’offerente accompagnata da fotocopia di documento d’identità valido ancorchè non autenticata.
L’assenza dei requisiti richiesti per la partecipazione all’asta e la violazione delle prescrizioni previste ai punti precedenti del presente bando determineranno l’esclusione dalla gara.
 
5) DICHIARAZIONE, IN BOLLO, corredata da fotocopia di documento d’identità valido del sottoscrittore ancorchè non autenticata, del seguente testuale tenore.
 
SCHEMA DI DICHIARAZIONE
 
“Il sottoscritto (nome, cognome, luogo e data di nascita, C.F. ovvero ragione sociale P.IVA, residente in ____________________________ Via _________________________ (ovvero sede sociale), recapito telefonico__________________________ fax (per eventuali comunicazioni) _______________________ in ordine pubblico incanto per l’acquisto del terreno di proprietà del Comune di Riposto sito in Contrada Gancia – secondo esperimento,
 
DICHIARA
 
- Di aver preso visione e di conoscere il bando di gara;
- Di conoscere la classificazione e destinazione di P.R.G. del bene oggetto d’acquisto, i vincoli, i regolamenti e la normativa esistente sull’utilizzo dello stesso;
- Di essersi recato sul luogo, di aver preso visione dello stato di fatto dell’immobile, della consistenza catastale e dei confini, di conoscere ed accettare le condizioni locali e tutte le circostanze generali e particolari relative al lotto, nonché di tutte le condizioni fissate nel bando di gara;
- Di accettare integralmente le condizioni indicate nel bando di gara;
- Di impegnarsi, in caso di aggiudicazione, al pagamento immediato di una quota pari al 30% del prezzo offerto, entro e non oltre a giorni 30 dalla comunicazione, a cura dell’Amministrazione, dell’approvazione dell’aggiudicazione da parte del Dirigente Responsabile del Servizio competente;
- Di obbligarsi, nei 5 (cinque) giorni precedenti la stipula dell’atto pubblico di cessione, al pagamento delle spese di gara, ivi comprese quelle per la Commissione, per il responsabile del procedimento e suoi collaboratori, nonché quelle di pubblicità del presente e del precedente primo esperimento di gara, solo anticipate dall’Amministrazione comunale;
- Di obbligarsi al pagamento di tutte le spese notarili, contrattuali, di bollo, di registrazione, di trascrizione, di voltura catastale ed ogni altro onere inerente e pertinente, nonché qualsiasi altra imposta e tassa sia ordinaria che straordinaria, cui l’acquirente fosse tenuto indipendenza dell’aggiudicazione rinunciando ad ogni diritto di rivalsa verso il Comune di Riposto.
- Di essere a conoscenza e di accettare che nell’ipotesi di sospensione della procedura d’asta e dell’aggiudicazione il concorrente non potrà avanzare pretesa alcuna fermo restando l’obbligo della restituzione della cauzione.
 
 
Data______________
FIRMA ___________________
(Nome, cognome, luogo e data di nascita di proprio pugno)
 
 
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
 
NELLA BUSTA “B” DEVONO ESSERE CONTENUTI, A PENA DI ESCLUSIONE, I SEGUENTI DOCUMENTI:
 
“OFFERTA ECONOMICA”:
L’offerta debitamente sottoscritta e redatta in bollo secondo lo schema sotto riportato, deve precisare in cifre ed in lettere il prezzo che si intende offrire per l’aggiudicazione a proprio favore dell’immobile che dovrà essere pari o superiore, a pena esclusione, all’importo minimo specificato al precedente punto n. 7 del presente bando.
Non sono ammesse offerte economiche condizionate, ovvero espresso in modo indeterminato, ovvero con riferimento ad altre offerte economiche presentate. Non saranno accettate offerte pari o inferiori all’importo a base d’asta. L’offerta dovrà essere espressa in cifre e in lettere; in caso di discordanza prevarrà l’importo più vantaggioso per l’Ente.
 
 
SCHEMA DI OFFERTA
 
“Il sottoscritto __________________________(nome, cognome, luogo e data di nascita, C.F. ovvero ragione sociale, P. IVA, numero telefonico, numero fax e indirizzo e-mail), residente in _________________________ Via _______________________ (ovvero sede sociale), presa visione del bando d’asta, secondo esperimento, indetta dal Comune di Riposto per il giorno _________________, per la vendita di un terreno di proprietà comunale, con la presente offre per l’acquisto del terreno sito in Comune di Riposto Contrada Gancia, il prezzo di € ___________________ (in cifre ed in lettere).*
La presente offerta è vincolante, valida ed irrevocabile, fino all’aggiudicazione e, nel caso in cui il sottoscritto sia dichiarato aggiudicatario sino alla data di stipula del contratto.
*qualora si intenda formulare offerta per persona/e o società da nominare, dovrà essere altresì, indicato quanto segue:
“Il sottoscritto formula la presente in nome proprio e per persona/e o società da nominare e secondo le modalità dettate dal punto n.13, lett. o), delle condizioni generali del bando di gara”.
Data __________________
FIRMA
(Nome, cognome, luogo e data di nascita di proprio pugno)
 
 
16) MODALITA’ E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE:
L‘aggiudicazione avverrà mediante procedura aperta a mezzo di offerte segrete da confrontarsi col prezzo base indicato nel bando di gara ai sensi dell‘art. ex art. 73 comma 1 lettera c), R.D. 23 maggio 1924, N. 827 e con le modalità di cui ai successivi artt. 76 e 77 medesimo Decreto.
 
 
17) SVOLGIMENTO DELL’INCANTO:
 
Nel giorno della seduta pubblica, la Commissione, sulla base della documentazione contenuta nelle offerte presentate, procede:
- ad aprire i plichi ad uno ad uno, a verificare la correttezza formale delle offerte e della documentazione e, in caso negativo, ad escludere dalla gara i concorrenti cui esse si riferiscono;
- ad aprire le buste contenenti l'offerta segreta dei soli concorrenti ammessi;
- ad escludere le eventuali offerte irregolari rispetto alle indicazioni del bando;
- ad aggiudicare l’immobile secondo quanto previsto dal bando;
- a redigere la graduatoria delle offerte segrete valide.
Il verbale di aggiudicazione sarà obbligatorio e vincolante per l'aggiudicatario a tutti gli effetti di legge, mentre lo diverrà per il Comune di Riposto dopo l'approvazione da parte dell'organo competente.
La stipula del contratto dovrà avvenire entro un anno dalla comunicazione dell'approvazione della aggiudicazione avanti ad un notaio a scelta dell'acquirente.
Nei 5 gg. precedenti la stipula dell'atto pubblico, dietro richiesta del Comune, l'aggiudicatario dovrà procedere al pagamento secondo le modalità previste al precedente punto 13, lett. i), l), e n).
Nel caso di mancata stipula del contratto di compravendita per fatto e colpa dell'aggiudicatario, quest'ultimo s'intenderà decaduto dall'aggiudicazione.
Il Comune di Riposto avrà il diritto d'incamerare la cauzione provvisoria nonché il diritto al risarcimento del danno, che viene quantificato, per patto espresso tra le parti, nella somma irriducibile pari alla differenza tra il 30 % già incamerato dall'aggiudicatario decaduto ed il 30 % del prezzo offerto dal nuovo aggiudicatario. Il Comune, pertanto, restituirà all'aggiudicatario decaduto il 30 % del prezzo, pari alla somma già incamerata, non fruttifera d'interessi decurtata tuttavia del danno come sopra quantificato, dopo l'individuazione del nuovo aggiudicatario e dopo che questi avrà a sua volta corrisposto il 30 % del prezzo offerto. In tale caso, infatti, si potrà aggiudicare l'immobile al soggetto che abbia presentato la seconda offerta di pari importo rispetto a quell’aggiudicataria o la seconda offerta di importo più elevato rispetto agli altri concorrenti. Il nuovo aggiudicatario dovrà, nei 30 giorni successivi alla comunicazione dell'avvenuta nuova aggiudicazione, stipulare il contratto. di compravendita alle condizioni sopra indicate. In mancanza di quanto sopra, il nuovo aggiudicatario sarà automaticamente decaduto dall’aggiudicazione dell’immobile e sarà seguita la stessa procedura, di cui sopra, con tutti i soggetti collocati in graduatoria nelle posizioni immediatamente successive.
 
 
INFORMAZIONI
 
Per gli effetti del combinato disposto degli artt. 13 e 18 del D.Lgs. 30.06.2003 n. 196, si precisa che i dati richiesti sono raccolti per le finalità inerenti la procedura di gara, potranno essere oggetto di comunicazione a soggetti aventi titolo, per via degli adempimenti di legge afferenti la predetta procedura, e saranno trattati mediante strumenti anche informatici.
Il Comune di Riposto si riserva, comunque, in ogni momento della procedura, e fino alla stipula del contratto, per motivate ragioni, la facoltà di sospendere e/o non dare ulteriore corso agli atti della procedura d’asta ed all’aggiudicazione, senza che gli offerenti o l’aggiudicatario possano avanzare alcuna pretesa, fermo restando l’obbligo alla restituzione delle cauzioni. Gli offerenti non potranno avanzare alcuna pretesa nei confronti del Comune di Riposto per mancato guadagno e/o per i costi sostenuti per la presentazione dell’offerta segreta.
Il presente bando sarà integralmente pubblicato all’Albo Pretorio comunale, sul sito web comunale www.comune.riposto.ct.it
 
Riposto, 11 marzo 2010
 
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
SEGRETARIO DIRETTORE GENERALE Dott. Foti Paol
 
Data di pubblicazione: 09 aprile 2010
´╗┐