Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
 
Isola Telematica di Benedetto Motisi
il blog sull'ICT e il Web siciliano


Gen
17
2011
Giro una segnalazione del buon Andrea Cannella, l'esperto Open Source più a sud d'Italia, in quel di Modica, famoso agli utenti di IT per il Linux Day di ottobre scorso.
 
Andrea si è trovato nella situazione di dover aiutare uno studente nello studio di un modulo di "Trattamento testi e dati"  di un istituto tecnico commerciale. Teniamo presente sin da ora che nel programma ministeriale non si parla mai di dati programmi commerciali ma, ovviamente, di generiche applicazioni.
 
Il libro utilizzato si suddivide nei seguenti argomenti: Modulo 1: Concetti base - Modulo 2: Windows - Modulo 3: Internet - Modulo 4: Word - Modulo 5: PowerPoint - Modulo 6: Excel.

"Come puoi vedere il testo tratta gli stessi argomenti dell'ECDL. Il problema è che mentre per l'ECDL esiste oggi una versione Open, questo testo non presenta alternative. Mostra soltanto Windows XP e Vista. Nient'altro. Come se il mondo dei sistemi operativi fosse solo quello." sottolinea Andrea.
 
A scuola si dovrebbe diffondere e fare cultura e non spiegare come usare software proprietario, aggiunge, e concordo con lui.
 
E' pur vero che in ambito P.A. sono ancora diffusi i software commerciali, ma non dovrebbe essere così. Quantomeno, una panoramica più ampia sarebbe il minimo, proprio perché non mi risulta che i colossi dell'informatica facciano marchette alla scuola. E' quest'ultima a farla, pigramente adagiata su testi e programmi che ricalcano versione vecchie di progetti europei. Insomma, il contrario di quel che dovrebbe essere una buona istruzione.
 
E poi ci si stupisce se tutti gli "smanettoni" informatici sono autodidatti.